Cucciolo di maremmano ucciso a bastonate

Acireale. Anziano confessa candidamente, bimba salva altri cagnolini 

ACIREALE – Un uomo di 77 anni è stato denunciato con l’accusa di aver ucciso a bastonate un cucciolo di pastore maremmano in un fondo agricolo della frazione di Aci Platani nei pressi dello stadio Tupparello. E’ accaduto ieri pomeriggio. Ad avvertire le forze dell’ordine sono stati alcuni testimoni che hanno assistito alla scena dai balconi di alcune abitazioni vicine. 

Il 77enne ha ammesso candidamente di aver ucciso il cagnolino e di non immaginare stesse commettendo un reato. A dare l’allarme è stata una bambina e a chiamare i carabinieri è stata la madre. Uno dei cuccioli è stato salvato dalla stessa bambina. Un altro cagnolino, che l’uomo aveva buttato in un dirupo, è stato recuperato dai vigili del fuoco. I due cuccioli sono stati affidati alla sezione acese dell’Enpa, che ha annunciato la costituzione di parte civile. L’uomo è stato rintracciato nella sua abitazione e la polizia municipale si è dovuta adoperare affinché non venisse aggredito da alcuni abitanti della zona. 

Sulla vicenda è intervenuto il Partito animalista italiano. “Quello che è successo nelle scorse ore ad Aci Platani – afferma il dirigente Patrick Battipaglia – ci lascia interdetti. Un gesto assolutamente folle di una crudeltà inimmaginabile. Un atto brutale che noi condanniamo fermamente. Il nostro ufficio legale è già al lavoro per chiedere alla Procura misure cautelari contro l’autore di questa barbara uccisione. Quello che è successo ad Aci Platani ci conferma che è necessario rendere più severe le pene per chi maltratta e uccide gli animali”. 

scroll to top
Hide picture