Droga, 260 anni a 25 imputati

A Catania il processo per 2 gruppi criminali siracusani NOMI E CONDANNE

Oltre 260 anni di reclusione per venticinque imputati, due assoluzioni su un capo di imputazione ed escluse alcune aggravanti. E’ la sentenza, emessa dal gup di Catania, Carla Aurora Valenti, del processo, col rito abbreviato, nato dall’operazione ‘Demetra’, del 3 settembre 2020, di polizia e carabinieri contro due gruppi criminali accusati di gestire altrettante piazze di spaccio a Siracusa.

L’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e dai sostituti Alessandro La Rosa e Alessandro Sorrentino della Dda di Catania, ha ipotizzato a vario titolo i reati di associazione per delinquere dedita al traffico di stupefacenti ed estorsione. Gli investigatori accusavano i due gruppi di pubblicare video sui social network, come veri e propri spot pubblicitari della loro “piazza di spaccio” mentre in altri filmati si vantavano dei lauti guadagni della loro attività.

Le condanne maggiori, a 20 anni di reclusione ciascuno, sono state comminate a Daniele Cassia, di 35 anni, Angelo Drago, di 47, e Corrado Greco, di 39. Diciotto anni e sei mesi di reclusione per Alessio Visicale, di 26. Condanne a 14 anni e 8 mesi di reclusione per Nicolas Cassia, di 31 anni. Dodici anni e nove mesi a Enzo Fabio Vinci, di 28 anni; undici anni e otto mesi ad Angioletto Latina, di 28 anni, e Francesco Salemi, di 54 anni. Undici anni e 4quattro mesi di reclusione ad Adriano Pirrone, 23 anni.

Condannati a nove anni e 8 mesi di reclusione Faical Baisari, di 33 anni, Luigi Cacciatore, di 28 anni, Stefano Fazio, di 39 anni; Roberto Rosario Lentini, di 36. Otto anni e 4 mesi di reclusione Tullio Caia, di 38 anni, Damiano Lentini, di 34, Tommaso Liotta, di 28, e Giuseppe Serino, di 27. Otto anni di reclusione a Gianfranco Bottaro, di 27, Steven De Simone, di 30, Pietro Di Mari, di 38, Mirko Giardina, di 25, e Danny Urbino di 27.

Condannato a sette anni e 4 mesi di reclusione Mirko Vaccarella, 29 anni. Infine condanna a cinque anni e quattro mesi di reclusione per Alessio Inturri, di 33anni, e a tre anni e quattro mesi di reclusione per Carmelo Campisi, di 43 anni. Assolti solo per un capo di imputazione Vaccarella e Inturri.

scroll to top
Hide picture