Per le scuole di Catania un piano da 100 milioni

Fondi statali e regionali per i danni da maltempo: TUTTI GLI INTERVENTI

CATANIA – In relazione agli eventi meteo che hanno prodotto significativi danni ad alcuni edifici scolastici di Catania, il sindaco Salvo Pogliese ha convocato diverse riunioni con dirigenti e funzionari dell’ex provincia per comporre il quadro degli interventi utili nelle scuole medie di secondo grado.

“A fronte dell’evidenza che l’ente intermedio non ha risorse di bilancio da destinare a investimenti per l’edilizia scolastica – ha detto – si è cercato di porre rimedio partecipando ai bandi di finanziamento per interventi finalizzati alla messa in sicurezza, all’adeguamento antincendio, alle verifiche di vulnerabilità sismica, alla manutenzione straordinaria e riqualificazione edilizia. Così abbiamo messo in campo un piano di ampia portata che supera i cento milioni di euro”.

All’anagrafe scolastica della Città metropolitana risultano 143 edifici di proprietà, 22 in comodato d’uso e 18 affitti. Dalla relazione tecnica consegnata al sindaco metropolitano è emerso che si stanno eseguendo interventi urgenti per 800.000 euro su tre istituti scolastici: Ipa A. Mazzei di Giarre (325.000 euro); Liceo Spedalieri di Catania (250.000); Convitto Cutelli di Catania (225.000).

Altri interventi finanziati nel 2021 e pronti per essere eseguiti riguardano lavori all’istituto Nautico Rizzo di Riposto (1.040.000 euro); accessibilità barriere architettoniche succursale al Boggio Lera di Catania (713.000); miglioramento sismico e accessibilità al Liceo Cutelli di Catania (600.000).

In dettaglio il piano dei finanziamenti riguarda i seguenti interventi: riqualificazione complesso scolastico polivalente di San Giovanni La Punta (manutenzione straordinaria  4.000.000 di euro); miglioramento sismico e risanamento conservativo dell’edificio Ita Filippo Eredia di Catania (4.700.000); miglioramento e risanamento del Liceo scientifico Boggio Lera (6.300.000); adeguamento impiantistico, abbattimento barriere architettoniche e messa in sicurezza ai fini dell’agibilità dell’Istituto di istruzione superiore C. A. Dalla Chiesa di Caltagirone (910.000); lavori di adeguamento finalizzati al miglioramento sismico, all’accessibilità e al superamento delle barriere architettoniche dell’ Iss Ferraris di Acireale (2.000.000); lavori di realizzazione dell’impianto automatico antincendio, adeguamento impianto elettrico e miglioramento sismico dell’edificio di via Randazzo a Catania, già scuola media San Martino Pardo (1.200.000); Iis V. Scuderi di via Fusticheria 48 a Ramacca, interventi di ripristino fabbricato servizi tecnologici e consolidamento area esterna (500.000).

Con decreto del ministero dell’Istruzione sono stati inoltre finanziati i seguenti interventi per complessivi 26.087.000 euro per lavori indifferibili da eseguire nelle scuole dell’area calatina, pedemontana, metropolitana e jonica prioritari per garantire l’agibilità e il diritto allo studio in ambienti sicuri e una volta completati i singoli progetti si procederà allo svolgimento delle gare d’appalto e all’esecuzione degli interventi.

Con la Regione Siciliana è stato concordato un Programma di Spesa quinquennale per circa 56 milioni di euro destinati agli interventi più urgenti. Tra questi i lavori di riqualificazione dell’Iis C. Gemmellaro di Catania (4.000.000 euro); lavori di risanamento e ristrutturazione con demolizione e ricostruzione della palestra dell’Istituto professionale L. Mangano di Catania (2.500.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Itc E. Majorana di Acireale (1.500.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento del Liceo classico M. Rapisardi di Paternò (1.500.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento del Liceo scientifico G. Verga di Adrano (1.000.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento del Liceo classico N. Spedalieri di Catania (1.500.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento del Liceo classico E. Amari di Giarre (1.800.000); lavori di manutenzione straordinaria, adeguamento sismico e risanamento del Liceo artistico Guttuso di Giarre (1.000.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento del Liceo scientifico Archimede di Acireale (1.800.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Iti Euclide di Caltagirone (1.600.000); lavori di completamento, manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Istituto tecnico geometri N. Colajanni” di Riposto (1.800.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Itc G. Arcoleo di Caltagirone (1.500.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento del Liceo scientifico E. Majorana di Scordia (1.500.000); lavori di restauro, manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Istituto Convitto M. Cutelli di Catania (2.500.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Istituto V. E. Orlando di Militello in Val di Catania (1.000.000); lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Iti G. Ferraris di Acireale (1.500.000).

“Per tutti questi interventi – ha aggiunto il sindaco- sono in corso contatti con ministeri e Regione per avere la possibilità di utilizzare prima possibile le risorse. Altre richieste di finanziamento sono state presentate e si è ancora in attesa di riscontro. In alcuni edifici scolastici, inoltre, sono state avviate le verifiche finalizzate alla valutazione del rischio sismico e dopo aver approvato i progetti e avuta la materiale disponibilità delle risorse si procederà con le gare d’appalto e la realizzazione delle opere”.

Per quanto attiene le necessità di immediato intervento sugli istituti scolastici per le riparazioni dei danni provocati dalle infiltrazioni d’acqua dovute alle recenti alluvioni è stato disposto alla Partecipata Pubbliservizi di provvedere in merito. Contestualmente la stessa società è stata incaricata di procedere con le verifiche delle coperture, solai e controsoffitti e si è in attesa dei relativi risultati che verranno comunicati alle varie istituzioni scolastiche.

scroll to top
Hide picture