6.1 C
Catania
27 Gen 2022

Catania, 700.000 euro per il campo Duca d’Aosta

SiciliaCatania, 700.000 euro per il campo Duca d'Aosta

CATANIA – Arriveranno a Catania 700 mila di finanziamento per riqualificare il campo sportivo Duca d’Aosta, nella zona di corso Indipendenza. Il progetto, promosso e approvato dalla giunta Pogliese il 28 ottobre 2020 per la partecipazione al bando dei fondi nazionali “Sport e periferie”, è stato inserito nella graduatoria di merito del Dipartimento dello Sport presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, superando la concorrenza di importanti città italiane.

L’intervento prevede il rifacimento completo del terreno di gioco e la sua trasformazione in sintetico di nuova generazione, ma anche il nuovo impianto di illuminazione, anche questo previsto nel progetto insieme ad altri interventi per rigenerare un impianto, sorto nei primi anni Sessanta, a completamento dei lavori di edificazione del nuovo quartiere di San Leone, sul quale mai sono stati fatti interventi radicali.

“Questo ennesimo risultato è la dimostrazione di come la programmazione paghi e ci si avvii verso una fase nuova per l’impiantistica cittadina – ha dichiarato l’assessore allo Sport e alle Politiche Comunitarie, Sergio Parisi – In parallelo agli interventi di riqualificazione degli impianti lavoriamo da mesi a un modello gestionale che ne garantisca la funzionalità futura e la funzione sociale, superando le difficoltà di bilancio che incidono spesso sulla manutenzione che non può ricadere solo sul Comune. Il Duca D’Aosta è un campo storico per il calcio non professionistico cittadino e renderlo moderno, funzionale e fruibile dai giovani calciatori è motivo di grande soddisfazione”.

“Prossimamente – ha aggiunto il sindaco Pogliese – presenteremo, insieme all’assessore Parisi, un piano completo e dettagliato che riguarderà anche la creazione di spazi attrezzati per la pratica dello sport nelle piazze e nei parchi cittadini. Nel frattempo lavoriamo per accelerare le procedure e ridurre sempre di più i tempi per vedere le opere complete e fruibili dagli utenti, soprattutto i nostri ragazzi dove poter praticare sport”.

Correlati