21 C
Catania
19 Ott 2021

Arriva Lucifero, caldo infernale in Sicilia

SiciliaArriva Lucifero, caldo infernale in Sicilia

Sta risalendo velocemente dal Sahara e nominare il deserto rende già l’idea di ciò che attende la Sicilia a partire dalle prossime ore. L’anticiclone africano sta spostando il proprio potentissimo fulcro caldo a ridosso del Sud Italia e qui tenderà di mettere radici. In poche parole è appena iniziata la settimana più calda dell’estate 2021.
La vampata sahariana, ribattezzata “Lucifero”, potrebbe passare alla storia per la sua eccezionalità con temperature che potrebbero raggiungere punte di 47-48 gradi, specie nell’entroterra dell’isola ed in particolare nell’Ennese che geograficamente non potrà contare sui benefici della brezza marina.
L’anticiclone subtropicale si concentrerà tra Tunisia e Sicilia per poi diffondersi in tutto il Meridione, gonfiandosi ulteriormente per poi tenere sotto scacco tutta l’Italia, che si prepara ad affrontare un Ferragosto rovente.
Salgono le temperature e già da questa mattina il caldo si sta facendo sentire con 38 gradi Palermo Punta Raisi, 37 a Trapani Birgi, 36 a Comiso e Sigonella e 34 su Catania Fontanarossa, qualche grado in meno a Messina (31) con la ventilazione dello Stretto che rende meno insopportabile l’afa.
Valori destinati a salire ancora, già da domani termometro sui 40 gradi in alcune zone dell’Agrigentino e del Trapanese e dell’Ennese ed in questo caso il pensiero corre a Catenanuova, spesso descritto il “Comune più caldo d’Europa” con il record dei 48.5 registrati nel 1999 che potrebbe essere eguagliato o addirittura battuto, dipenderà anche dalla variabile incendi che potrebbero rendere ancor più calda l’aria.
Bollino rosso mercoledì a Palermo, mentre domani il bollino arancione sarà per otto città (comprese Catania e Palermo), mentre mercoledì lo stesso livello di allerta sarà per (Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Catania, Firenze, Messina, Milano, Napoli, Reggio Calabria, Trieste, Verona e Viterbo).
Il caldo eccessivo è una potenziale minaccia per la salute, in particolare per bambini ed anziani. Per queste categorie è sconsigliato uscire nelle ore centrali del giorno; per tutti è fondamentale un’alimentazione corretta con cibi leggeri e ad alto contenuto d’acqua (tipo frutta e verdura) e contestualmente bere molto, anche due litri d’acqua al giorno.

Correlati