Carne e olio non tracciati: scattano i sequestri

Controlli dei Nas a Palermo e nel Trapanese

PALERMO – Una tonnellata di carne non tracciata è stata sequestrata da carabinieri del Nas a Palermo, con personale del dipartimento di prevenzione veterinaria dell’Asp e con il supporto di militari dell’Arma della compagnia di Piazza Verdi, nel quartiere Brancaccio-Ciaculli. Era in uno stabilimento di lavorazione e commercio all’ingrosso per macellerie e ristoranti dell’area urbana e della provincia palermitana. Il responsabile della struttura è stato sanzionato con 11.500 euro e lo stabilimento è stato chiuso perché non risultava in possesso del riconoscimento da parte della Comunità Europea, come prescritto dalla legge.

Sempre i carabinieri del Nas hanno sequestrato quasi 4 mila litri di olio in provincia di Trapani. Il prodotto, secondo quanto ricostruito dai militari, era senza tracciabilità. I militari di Palermo, con il supporto della Compagnia di Castelvetrano, hanno sequestrato 3.950 litri di olio di oliva in uno stabilimento di produzione e commercio della provincia di Trapani. L’olio era destinato alla commercializzazione senza che fosse stata garantita la tracciabilità della sua provenienza e dei trattamenti subiti, a tutela della sicurezza della filiera alimentare e della salute del consumatore. Al responsabile dello stabilimento è stata comminata una sanzione amministrativa di 1.500 euro.

scroll to top
Hide picture