Multe a Catania, ma scooter continuano a scorrazzare

Corse e impennate in piazza Teatro Massimo VD. Lavoro nero e ambulanti: sanzioni

CATANIA – Le moto continuano a spadroneggiare a Catania. Sempre più spesso le piazze sono invase da scooter che scorrazzano pericolosamente tra la gente durante le ore serali, e dunque in piena movida. Il video mostra un esempio in piazza Teatro Massimo, con due moto che corrono indisturbate in mezzo alla folla, con tanto di impennata.

A Catania comandano gli scooter

A Catania comandano gli scooter

Intanto ieri i carabinieri hanno messo a soqquadro Picanello e San Cristoforo. Effettuando controlli a largo raggio i militari hanno denunciato un 27enne catanese sorpreso alla guida di un’auto sottoposta a sequestro, multato per complessivi 1.600 euro due venditori di caldarroste sprovvisti di autorizzazione alla vendita che emettevano fumi sulla pubblica via e indentificato in totale 70 persone. Mancanza di copertura assicurativa, omessa revisione e guida senza patente hanno comportato sanzioni per un importo di 17.000 euro e il sequestro di 10 veicoli.

Inoltre è stato denunciato per ricettazione un 18enne catanese che circolava alla guida di un Honda SH rubata a Lentini lo scorso mese di luglio; il motorino è stato restituito al proprietario. Denunciato anche un 63enne catanese titolare di un autolavaggio, per la presenza di un lavoratore in nero, per aver omesso la visita medica e la formazione sui rischi nei luoghi di lavoro prescritte per i dipendenti e per aver installato un impianto di videosorveglianza non autorizzato, che è stato immediatamente rimosso. Sono scattate multe complessive di 8.000 euro e la sospensione dell’attività.

Stesso trattamento per un 47enne di Aci Sant’Antonio, titolare di autolavaggio e autorimessa, sanzionato per la cifra di 11.000 euro in quanto aveva tre dipendenti in nero.

scroll to top
Hide picture