L’addio ad Andrea: ‘Non sentitevi in colpa’

A Palermo il funerale del bimbo morto a Sharm. Il messaggio del prete ai genitori

PALERMO – Una folla composta e stordita dal dolore, mamma e papà dietro alla bara bianca del figlio. Campane e lacrime. L’abbraccio del sindaco Roberto Lagalla. Si sono celebrati a Palermo, nella chiesa di San Basilio, i funerali di Andrea Mirabile, morto a 7 anni il 2 luglio a Sharm el sheikh mentre era in vacanza con i genitori. Una tragedia che resta ancora senza una spiegazione ma che ha provocato lo sgomento di tutti coloro che conoscevano i genitori Antonio Mirabile e Rosalia Manosperti.

Stamani nella chiesa di via Paruta in tanti hanno voluto unirsi al loro dolore. La bara bianca di Andrea è stata accolta in silenzio. Dietro al feretro c’erano i genitori. Ad abbracciarli anche il sindaco di Palermo, che prima della celebrazione si è avvicinato e visibilmente commosso ha cercato di sostenerli in questo momento di grande dolore. A celebrare la messa sono stati i sacerdoti Luciano Ficano e Giuseppe Di Giovanni. “Avete un bambino che sta per nascere, dategli tanto amore. Non sentitevi in colpa”.

Rosalia infatti aspetta un bambino. “Non verrà mai meno in voi la presenza di Dio. Questo peso che la vita vi ha messo addosso vi accompagnerà per sempre, non potrete mai dimenticare Andrea. Un peso che non dovrete portare da soli. Portatemi sempre con voi, vi dice Andrea”, ha detto Ficano. “Auspichiamo che la giustizia umana faccia il proprio corso ma noi pretendiamo la verità”, ha concluso.

scroll to top
Hide picture