A Picanello furti di tombini a raffica

Cardello (II municipio): "E le buche diventano contenitori per rifiuti"

Furti a raffica e a una velocità tale che, nel giro di pochissimi mesi, si rischia di non avere più una caditoia nel quartiere catanese di Picanello. La denuncia arriva dal consigliere del II municipio Andrea Cardello dopo aver raccolto le molte rimostranze di tanti cittadini. “Al centro di molte strade – spiega Cardello – si nota una voragine segnalata con una transenna. Questo non fa che rendere ancor più pericolosa la mobilità di un quartiere caratterizzato da un enorme flusso veicolare. Si tratta di un grosso problema e, se non si pone subito rimedio, quello che succederà nell’immediato futuro è facilmente immaginabile per tutti. Serve una forte azione preventiva adesso prima che sia troppo tardi. Alcuni tombini vanno praticamente ‘saldati’ all’intelaiatura esterna mentre altri vanno urgentemente sostituiti”.

“Non solo, le buche presenti vengono rapidamente riconvertite a contenitori per i rifiuti. Già da tempo – continua Cardello – sto portando avanti, attraverso le segnalazioni dei cittadini e la collaborazione con alcune associazioni del territorio, un lavoro di mappatura delle zone del II municipio maggiormente a rischio. Oggi è fondamentale un’azione incisiva dell’amministrazione comunale attraverso l’istallazione di un sistema di videosorveglianza”.

Inviate le vostre segnalazioni a [email protected] o tramite il nostro account ufficiale su Facebook

scroll to top
Hide picture