Tartarughe ‘ingiustificate’: denunciati due catanesi

A bordo dell'auto attrezzi sospetti e animali protetti privi di documenti

CATANIA – I carabinieri di Gravina hanno denunciato due cinquantenni, entrambi catanesi, per detenzione di esemplari di animali rientranti nella categoria delle specie protette e in via di estinzione senza la prescritta documentazione, ma anche per ricettazione. Durante controlli a San Giovanni Galermo ad attirare l’attenzione dei militari è stata una Toyota Yaris in via Macello con a bordo i due 50enni, in quanto dai finestrini anteriori dell’auto spuntavano parti di attrezzi.

A bordo c’erano attrezzature agricole (tra le quali una motozappa, un tagliaerba, una pompa per irrigazione e una bilancia antica in ferro battuto) delle quali non hanno saputo dare spiegazioni circa la provenienza, verosimilmente frutto di furto e di cui probabilmente si accingevano a disfarsi in qualche mercatino.

All’interno dell’auto c’era anche una cassetta di plastica contenente 30 tartarughe di terra della specie Testudo Hermanni di diverse dimensioni, di cui i due uomini non hanno saputo esibire documentazione. Le tartarughe sono state affidate alle cure di un incaricato del Centro faunistico venatorio di Catania.

scroll to top
Hide picture