Palermo e Messina, che tonfi

Rosanero castigati da Reginaldo a Picerno, i giallorossi crollano in casa con la Fidelis Andria

Pessima domenica per Palermo e Messina. I rosanero interrompono la serie di vittorie cadendo sul campo del Picerno per mano dell’ex rossazzurro Reginaldo e scivolando al terzo posto, i giallorossi aggravano la crisi rimediando una brutta sconfitta interna nello scontro diretto tra penultime con la Fidelis Andria che costa la quarta sconfitta di fila.

Deludente la prestazione del Palermo, sterile in fase offensiva e castigato al 24′ da un diagonale dall’ex Catania Reginaldo, abile nell’andare via di forza a Perrotta su un lancio lungo di Dettori. La squadra di Filippi, mai veramente pericolosa, chiude in dieci per il rosso sventolato nel recupero a Marconi, punito per un gomito troppo largo in un contrasto aereo con Vivacqua.

Ancora ko il Messina, che perde l’occasione per rilanciarsi compiendo l’ennesimo passo falso nello scontro tra penultime con la Fidelis Andria. I padroni di casa partono nel migliore dei modi sbloccando il risultato dopo appena un minuto e 15 secondi con un sinistro dal limite di Catania sul quale il portiere Dini non sembra esente da colpe. Gli ospiti pareggiano già al 13′ grazie a un preciso rasoterra di Di Piazza, liberato da Bubas con la complicità di una difesa di casa disattenta, e al 25′ completano il sorpasso con un rigore decretato per fallo su Di Noia e trasformato da Bubas. Il Messina fatica a reagire, ma nella ripresa trova il pari con un guizzo sotto misura di Adorante sugli sviluppi di un corner. A 7′ dallo scadere, gli ospiti azzeccano però la giocata da tre punti con un colpo di testa di Alberti su cross dalla sinistra di Nunzella. I giallorossi restano a digiuno per l’ennesima una volta e vanno in silenzio stampa.

PICERNO-PALERMO 1-0
Az Picerno (4-4-2): Viscovo 6; Finizio 6, De Franco 6.5, Garcia 6.5, Setola 6; De Cristofaro 6, Dettori 6.5, Pitarresi 6, Esposito 6 (17′ st Vivacqua 6); Reginaldo 6.5 (32′ st Guerra 6), Gerardi 6 (44′ st Carrà sv). In panchina: Albertazzi, Vanacore, Summa, Dias, Stasi, Terranova, Coratella, Viviani, De Marco. Allenatore: Colucci 6.5
Palermo (3-5-2): Pelagotti 6; Buttaro 6, Marconi 5, Perrotta 5; Almici 5.5 (40′ st Floriano sv), Odjer 6 (12′ st Luperini 6), De Rose 5.5, Dall’Oglio 6 (20′ st Silipo 6.5), Valente 5.5; Fella 5.5 (13′ st Soleri 6), Brunori 5.5. In panchina Massolo, Giron, Accardi, Crivello, Peretti, Doda. Allenatore Filippi 5
Arbitro: Bitonti di Bologna 6.5
Rete: 25′ pt Reginaldo.
Note: spettatori 700 circa. Espulso Marconi al 48′ st per doppia ammonizione. Ammoniti: De Cristofaro, Marconi, Gerardi, Brunori, Dettori. Angoli: 6-4. Recupero: 0′; 6′.

ACR MESSINA-FIDELIS ANDRIA 2-3
Acr Messina (3-5-1-1): Lewandowski 5; Fazzi 5, Celic 5, Mikulic 5; Rondinella 5 (1′ st Russo 5), Catania 6, Damian 5.5, Simonetti 5, Di Stefano 5 (8′ st Konate 5); Vukusic 5 (1′ st Balde 5); Adorante 6.5. In panchina: Fusco, Fantoni, Marginean. Allenatore: Capuano 5
Fidelis Andria (3-5-1-1): Dini 5.5; Legittimo 6, Venturini 6, De Marino 6; Casoli 7, Gaeta 6.5 (28′ st Bolognesi 6.5), Bonavolontà 6.5, Di Noia 6.5 (32′ st Di Pinto 6.5), Nunzella 7; Di Piazza 7 (20′ pt Tulli 6.5); Bubas 7 (28′ st Alberti 7). In panchina: Vandelli, Alcibiade, Paparesta, Carullo, Lacassia, Pelliccia, Leonetti, Graziano. Allenatore: Ginestra 7
Arbitro: Monaldi di Macerata 5
Reti: 2′ pt Catania, 12′ pt Di Piazza, 28′ pt Bubas (rig), 25′ st Adorante, 40′ st Alberti.
Note: circa 800 spettatori. Ammoniti: Lewandowski, Mikulic, Simonetti, Konate, Dini, Ginestra. Angoli: 4-2. Recupero: 5′; 8′.

scroll to top
Hide picture