8.6 C
Catania
24 Gen 2022

Senato, sì a insularità: ‘Per Sicilia traguardo storico’

PoliticaSenato, sì a insularità: 'Per Sicilia traguardo storico'

Via libera unanime dell’aula del Senato, con 223 voti favorevoli, al ddl costituzionale, d’iniziativa popolare, per la modifica dell’articolo 119 della Costituzione sul riconoscimento del grave e permanente svantaggio naturale derivante dall’insularità. Si tratta della prima deliberazione di Palazzo Madama, saranno necessari quattro passaggi, due alla Camera e due al Senato, perché si tratta di un ddl che modifica la carta costituzionale.

“E’ un traguardo storico atteso per decenni dalla Sicilia e dai siciliani, così come dalla Sardegna e da tutte le isole italiane. Lo abbiamo raggiunto anche grazie a una battaglia condotta congiuntamente dalle due grandi isole ‘sorelle'”, dice il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci. “Oggi si è posto un principio fondamentale, ma adesso sono necessarie iniziative legislative consequenziali per compensare concretamente le popolazioni isolane, consentire loro di godere degli stessi diritti e di competere alle stesse condizioni di quelle residenti in altre parti d’Italia”.

Nato da un’iniziativa popolare, il testo è stato modificato nel corso della prima lettura in commissione Affari costituzionali del Senato. Con il provvedimento viene reintrodotto di fatto il tema delle pari opportunità degli isolani, che già esisteva nella Carta del 1948, ma che venne cancellato con la Riforma del Titolo V del 2001. Il voto unanime dei gruppi, ha ricordato il relatore Vincenzo Garruti (M5s), riconosce il fatto che le isole presentino intrinseche situazioni di svantaggio, che riguardano i trasporti e la connessione con la terraferma, l’ambiente e diversi ecosistemi fragili, esposti a costanti cambiamenti climatici, oppure la ridotta attività economica, comprensiva di turismo stagionale, pesca e agricoltura.

 

Correlati