Esondazioni tra Palermo e Agrigento: “Un inferno”

Strade come fiumi in piena, allarme Cgil: "Tanti pendolari rischiano la vita"

Allerta gialla per il maltempo in tutta la Sicilia e i primi effetti si stanno facendo sentire nel versante centrale dell’isola, colpendo in particolare l’entroterra tra Agrigento e Palermo, senza risparmiare il Catanese.

A causa dell’allagamento del piano viabile causato dalle intense precipitazioni, sono state provvisoriamente chiuse al traffico e poi riaperte le strade statali 121 “Catanese”, in territorio comunale di Roccapalumba al km 196,300, e 189 “Della Valle del Platani” dal km 0 al km 6, in prossimità del bivio Manganaro.

Allagamenti anche sulla Palermo-Agrigento. “All’altezza di Lercara Friddi la strada è diventata un fiume – dicono il segretario Cgil Palermo Mario Ridulfo e il segretario Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo -, pendolari, studenti lavoratori rischiano la vita. I ritardi nei lavori di completamento del cantiere senza fine sono inaccettabili. L’hanno chiamata super strada, ma è un fiume in piena che è straripato e sta sommergendo tutto con il suo carico di fanghi e detriti. Tantissimi gli automobilisti intrappolati, i paesi rischiano di restare isolati e stanno lanciando l’sos. Uno scenario infernale”.

Il traffico ferroviario sulla linea Palermo-Agrigento/Catania è sospeso tra Montemaggiore e Roccapalumba per l’allagamento della sede ferroviaria provocato dalle pioggia incessante. I tecnici Rfi sono a lavoro per ripristinare la funzionalità in sicurezza della linea. In corso la riprogrammazione dell’offerta ferroviaria, con treni attestati a Caltanissetta Xirbi e Cammarata San Giovanni Gemini. Attivato il servizio sostitutivo con autobus fra Palermo e Agrigento e Palermo e Catania, e fra Cammarata e Palermo, Caltanissetta Xirbi e Palermo. Al momento non è invece possibile garantire il collegamento con la località di Roccapalumba-Alia.

Le intense precipitazioni hanno nuovamente ingrossato i corsi d’acqua: il fiume Morello ha invaso la sede stradale in prossimità di Lercara Friddi. Straripato anche il fiume San Leonardo nei pressi della zona industriale di Termini Imerese. Strade allagate non solo a Termini, ma anche a Sciara, Campofelice di Roccella e Lercara Friddi. Tante le auto rimaste impantanate. Sul posto sono presenti vigili del fuoco e forze dell’ordine.

Un gruppo di escursionisti è stato sorpreso dalle forti piogge nella zona orientale nel Palermitano nei pressi della riserva orientata Monte Carcaci che si trova nei comuni tra Castronovo di Sicilia e Prizzi. Sono stati tutti soccorsi dai vigili del fuoco e protezione civile e portati in salvo.

scroll to top
Hide picture