26.2 C
Catania
16 Set 2021

Il Palermo passa, il Messina saluta

SportCoppa ItaliaIl Palermo passa, il Messina saluta

Va avanti il Palermo, che in Coppa Italia di Serie C supera 2-1 il Monopoli con un buon primo tempo e una ripresa di sofferenza.

Dopo una decina di minuti sono i rosanero ad accelerare e a trovare al 19′ un calcio di rigore per un fallo su Fella: è lui stesso a battere Guido, che per poco non ci arriva. Lo stesso Fella 5′ più tardi recupera palla e serve Valente: sinistro in diagonale e 2-0.

Il Monopoli subisce e rischia il 3-0, ma al minuto 15 della ripresa riapre la gara in contropiede con Grandolfo che di testa sfrutta un assist di De Agostino. Improvvisamente i rosanero hanno paura e Filippi usa i cambi per coprirsi, cercando qualche ripartenza. La squadra rimane comunque ordinata quanto basta per evitare pericoli e passare il turno. Negli ottavi di finale i rosanero affronteranno la vincente di Catanzaro-Catania.

PALERMO-MONOPOLI 2-1
Palermo (3-4-2-1): Massolo; Marong, Lancini, Marconi; Buttaro, Dall’Oglio, Odjer (20′ st De Rose), Valente; Silipo (31′ st Floriano), Fella (20′ st Luperini); Soleri (14′ st Brunori). In panchina Pelagotti, Doda, Almici, Giron, Perrotta, Corona. All. Filippi
Monopoli (3-5-2): Guido; Bizzotto (3′ st Mercadante), Riggio, De Santis; Tazzer, Vassallo (22′ st Bussaglia), Langella (32′ st Novella), Romano (32′ st Guiebre), Hamlili; D’Agostino (dal 22′ Starita), Grandolfo. In panchina Loria, Morrone, Arena, Nina. All. Colombo
Arbitro: Collu di Cagliari.
Reti: 19′ pt Fella, 25′ pt Valente, 16′ st Grandolfo.
Note: espulso De Santis per doppia ammonizione. Ammonizioni Dall’Oglio, Odjer, Buttaro, Marconi, Langella, Riggio. Recupero: 0′ e 5′.

Va male invece al Messina, che a Foggia saluta la coppa nonostante le numerose occasioni e un Catania scatenato. La squadra di Zeman supera l’Acr con la solita gara di pressing e attacco, decisa da una coppia di gol ravvicinati nel primo tempo.

Il vantaggio pugliese arriva al 27′: Rocca si invola e serve dall’altra parte Di Grazia, basta spingere. Cinque più tardi il raddoppio di Curcio su rigore provocato da Carillo. Catania ci prova in qualunque modo, entra in tutte le azioni d’attacco. E ci sarebbe modo per riaprirla, ma nel secondo tempo Busatto spreca dopo una volata solitaria e Goncalves timbra il palo.

FOGGIA-MESSINA 2-0
Foggia (4-3-3): Volpe; Martino, Sciacca, Di Pasquale (34′ st Girasole), Nicoletti; Rizzo Pinna 6 (20′ st Gallo), Petermann, Rocca; Merkaj, Curcio, Di Grazia. A disp. Alastra, Garattoni, Vigolo, Merola, Garofalo, Di Jenno, Ballarini, Tuzzo. All. Zeman .
Messina (4-4-2): Fusco; Rondinella (38′ st Morelli), Fantoni, Carillo, Gonçalves; Distefano, Konate, Marginean (23′ st Fofana), Catania (23′ st Simonetti); Vukusic (16′ st Adorante), Busatto. A disp. Lewandowski, Celic, Sarzi Puttini, Damian. All. Sullo.
Arbitro. Petrella di Viterbo
Reti: 27’ Di Grazia, 33’ Curcio (rig.)
Note: spettatori 2000 circa. Ammoniti Marginean, Konate, Adorante, Rocca. Angoli 2-4. Recupero 0′ e 3′.

Articolo precedenteCatanzaro-Catania 1-0
Articolo successivoIl Catania 2 resta a zero

Campionato

Correlati