Da 2 a 62, focolaio Covid a Corleone

Il sindaco Nicolosi: "Ci sono stati comportamenti non responsabili"

CORLEONE (PALERMO) – Salgono a 62 i positivi al Covid a Corleone, dove solo pochi giorni fa i casi erano soltanto due. L’Usca ha previsto una campagna di tamponi che saranno effettuati nei pressi di una scuola.
“Sono sotto attacco perché ho imposto una regolamentazione alla movida, chiusure e regole per evitare il contagio – denuncia il sindaco Nicolò Nicolosi – E invece i miei concittadini vanno a Campofiorito o a Chiusa Sclafani (due paesi vicini, ndr) a trascorrere le serate nei locali del karaoke. Rischiamo una nuova emergenza, attendiamo ancora l’esito di altre centinaia di tamponi”.
Tra i positivi ci sono un medico e due operatori sanitari del locale ospedale dei Bianchi. I pazienti controllati sono al momento risultati negativi. Ma i test proseguono. “Ci sono stati comportamenti non sempre responsabili – aggiunge il sindaco – Sono stati organizzati diversi matrimoni e feste, soprattutto dai giovani. Tutti incontri che possono provocare focolai, proprio come successo”.

scroll to top
Hide picture