28.9 C
Catania
25 Set 2021

La Giornata mondiale senza fumo

SaluteLa Giornata mondiale senza fumo

Smettere non è facile, soprattutto perché nei primi giorni la mancanza della nicotina si fa sentire. Oltre al forte desiderio di fumare è normale sentirsi inquieti, irritabili, depressi o stanchi; molti fanno fatica a dormire e a concentrarsi.
Quest’anno in occasione della Giornata mondiale anti fumo che si svolge il 31 maggio l‘Oms ha scelto come tema proprio “Commit to Quit”, ovvero impegnarsi a smettere. Per i fumatori è sempre comune l’alibi del possibile aumento di peso.
Va precisato, a questo proposito, che i vantaggi sulla salute in seguito all’abbandono della sigaretta sono molto superiori rispetto ai rischi legati a un piccolo aumento di peso. Senza contare che, ammesso che si verifichi, si tratta solitamente di un fenomeno transitorio.
Per evitare di spostare sul cibo il desiderio di gratificazione prima saziato dalle sigarette, si può ricorrere a cibi ipocalorici, per esempio frutta e verdura, e accompagnare la scelta di smettere di fumare a un’attività fisica di qualunque tipo, purché piacevole, amplificando i vantaggi dell’addio alle sigarette.
Al Policlinico l’evento promosso dal CoEHAR dell’Università degli Studi di Catania, in collaborazione con Liaf (Lega Italiana Anti Fumo) dal titolo “Covid e Fumo: strategie innovative per ridurre i danni correlati al fumo”, un momento di riflessione che sarà occasione anche per presentare i risultati dei progetti di ricerca che il CoEHAR sta conducendo in ambito internazionale sulla riduzione del danno da fumo.
Un evento che vedrà la partecipazione del giornalista de “Le Iene”, Matteo Viviani, impegnato in una lunga intervista con il prof. Riccardo Polosa, fondatore del CoEHAR.
In diretta su Zoom anche il presidente Unicef Italia, Carmela Pace. Ad aprire i lavori della giornata il sindaco della Città Metropolitana di Catania, Salvo Pogliese; il delegato del Rettore al coordinamento della Terza Missione, Alessia Tricomi; il direttore generale dell Policlinico “G.Rodolico – S.Marco”, Gaetano Sirna; il direttore CoEHAR, Giovanni Li Volti; il presidente Liaf (Lega Italiana Anti Fumo), Ezio Campagna; il presidente dell’ordine dei Farmacisti, Giovanni Puglisi, e il presidente dell’Ordine dei medici Chirurghi e Odontoiatri, Ignazio La Mantia.
Tra gli interventi moderati dal giornalista Luca Ciliberti ci saranno: il prof. Davide Capodanno (Fumo e malattie cardiovascolari); il prof. Aldo Calogero (Strategie per ridurre i danni sulla salute sessuale legati al fumo); il prof. Antonio Longo (Patologie oculistiche e fumo); il prof. Filippo Caraci (Effetti neurobiologici e farmacologici della nicotina); il prof. Gaetano Bertino (Policlinico Smoke Free – le nuove frontiere); il prof. Giancarlo Ferro (Regolamentazione italiana sul vaping); la prof.ssa Margherita Ferrante (Tossicologia del fumo e dello svapo); il prof. Nando Rapisarda (Policy aziendali per far smettere di fumare nei luoghi di lavoro); il prof. Nello Cimino (Vie urinarie e patologie correlate al fumo); il prof. Pasquale Caponnetto (Incentivi e motivazioni psicologiche per far smettere di fumare); il prof. Eugenio Pedullà (Smile Study: gli strumenti utili a ridurre i danni da fumo sulla salute dentale); il prof. Gaetano Isola (Gli effetti del danno da fumo sulla salute orale); il prof. Sebastiano Battiato (Innovazioni tecnologiche per la smoking cessation); la prof.ssa Venera Tomaselli (Troina, il case study sul contenimento della pandemia); il prof. Sebastiano Battiato (Innovazioni tecnologiche per la smoking cessation).
Per il Policlinico interverrà anche il responsabile dell’U.O. Formazione e Aggiornamento del Policlinico “G. Rodolico – San Marco”, Angelo Gambera. Al Garibaldi la Direzione Strategica e l’Educazione alla Salute dell’Arnas, con la significativa e fattiva partecipazione dell’U.O.C. di Malattie dell’Apparato Respiratorio, diretta dal dott. Rosario Oliveri, attiverà per la giornata di martedì 1 giugno, dalle 15 alle 17, presso il Piano 1 del P.O. di Nesima, un ambulatorio per gli operatori fumatori dell’Arnas che volessero sottoporsi a una spirometria gratuita, previa prenotazione, per la valutazione della funzione respiratoria nei suoi parametri di base (saranno iscritti in ordine di prenotazione i primi 20 operatori interessati: int.4877- CPSI Dr. Palamidessi).
Si ricorda che è attivo in Arnas il Punto di Ascolto dello Stress Lavoro Correlato, coordinato dalla dott.ssa Angela Fabiano, dirigente psicologo, allocato nel P.O. di Nesima, anche per intraprendere liberamente, ove fosse ritenuto opportuno, il percorso per la dipendenza da fumo.

Correlati