Catania, vessata da compagno e suocero

Anni di maltrattamenti e botte anche davanti al figlio piccolo: la donna trova il coraggio di denunciarli

CATANIA – I carabinieri di Catania hanno arrestato un cingalese di 19 anni e il padre 58enne, indagati entrambi per maltrattamenti in famiglia in concorso (il 19enne anche per lesioni personali). I due sono stati posti ai domiciliari.
Le indagini, coordinate dal pool di magistrati qualificati sui reati che riguardano la violenza di genere, hanno fatto luce su un caso di maltrattamenti perpetrati da padre e figlio nei confronti della compagna del 19enne, commessi in presenza del figlio minore della coppia.
La donna, pur avendo patito nel corso degli anni di convivenza ogni sorta di vessazione, aveva tentato di ripristinare un dialogo con il compagno. Tentativo reso vano dalle condotte prevaricatrici del compagno e del suocero che hanno raggiunto l’apice lo scorso 20 gennaio quando è stata presa letteralmente a calci dal compagno, come peraltro mostrato agli investigatori in un video che la poveretta era riuscita a registrare col cellulare.
L’escalation di violenza ha spinto la donna a trovare la forza e il coraggio di denunciare i due uomini.

scroll to top
Hide picture