Siculiana, fuga dal centro di accoglienza

Una trentina di migranti minorenni avvistati in paese. Il sindaco: “La gente ha paura, non sappiamo se ci sono positivi al Covid”

Siculiana, fuga dal centro di accoglienza

AGRIGENTO – Oltre trenta migranti – ospiti del centro d’accoglienza Villa Sikania di Siculiana (Ag) – sono scappati dalla struttura che si trova all’ingresso del paese. I fuggitivi si sono diretti verso il centro di Siculiana dove, avvistati dai residenti, è scattato l’allarme. Sarebbero tutti minorenni. Polizia e carabinieri hanno avviato le ricerche.

“Sono in corso le ricerche di polizia e carabinieri, c’è un maxi schieramento di forze dell’ordine che sta cercando di recuperare quanti più immigrati possibile – ha detto il sindaco di Siculiana, Peppe Zambito -. Si tratta di minorenni non accompagnati, si aggirano con aria spaesata. Fra i miei concittadini c’è allarme non perché temono violenze, perché non ce ne sono mai state, ma perché siamo in tempo di pandemia”.

“Non sappiamo se nella struttura ci sono persone poste in quarantena o casi di positività. E’ questo che crea allarme, non è certamente una questione di razzismo. Fin dal mio insediamento, mi sono trovato in sintonia con il prefetto di Agrigento e vogliamo lavorare per fare in modo che la struttura possa essere riconvertita ospitando famiglie o minori”.

Ed è proprio su questa linea infatti che da Lampedusa erano stati trasferiti a Villa Sikania i minorenni tunisini non accompagnati. Minorenni che però sono scappati allo stesso modo degli adulti.


Correlati