Ponte Graci, via libera alla ricostruzione

La Regione trova i fondi per realizzare il cavalcavia che collega Misterbianco e Motta Sant’Anastasia, prevista anche la messa in sicurezza di un sottopasso a Piano Tavola

Ponte Graci, via libera alla ricostruzione

CATANIA – Il via libera è arrivato dopo l’esame del punto in Commissione Unione europea. Con soddisfazione il presidente della Commissione all’Ars, Giuseppe Compagnone ed il vice presidente, Giuseppe Zitelli, annunciano di aver deliberato favorevolmente, insieme agli altri deputati, la proposta dell’assessorato regionale alle Infrastrutture, per la riprogrammazione delle risorse del “Patto per il Sud”, con lo stanziamento di oltre 2 milioni e 400 mila euro, necessari alla ricostruzione del ponte Graci, sulla Statale 121, la Paternò-Catania e per la messa in sicurezza del sottopasso su via Rosolino Pilo, nella frazione di Piano Tavola.

“Nel quadro della programmazione degli interventi sulla viabilità del territorio catanese – ha evidenziato il deputato regionale, Giuseppe Zitelli -, le due opere sono assolutamente necessarie. Doppio l’obiettivo: il miglioramento della sicurezza della rete viaria e il potenziamento dei collegamenti infrastrutturali. L’impegno assunto subito dopo il crollo del ponte Graci, dal presidente della Regione, Nello Musumeci e dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, si trasformano in concreta realtà, mettendo fine alle inutili speculazioni dei giorni scorsi”.

Per la Ss 121 si compie un ulteriore passo avanti per la ricostruzione del cavalcavia, corrispondente alla via Giuseppe Verdi, tra i territori di Motta Sant’Anastasia e Misterbianco, con l’infrastruttura abbattuta in urgenza dall’Anas, il 5 settembre scorso, dopo il grave danno subito a causa del passaggio, non autorizzato, di un mezzo pesante con carico speciale.

Per quanto riguarda il sottopasso di via Rosolino Pilo, l’intervento mira ad eliminare le situazioni di pericolo che ancora oggi si registrano in occasione di violenti acquazzoni. Nel corso dell’ultimo temporale, l’allagamento sotto il viadotto, ha determinato una situazione di pericolo per alcuni automobilisti, rimasti in panne e salvati dall’intervento dei Vigili del fuoco.


Correlati