Università Catania, assegnate le deleghe

Il rettore Priolo ha annunciato i 23 docenti che lo affiancheranno nel governo dell’ateneo: I NOMI

Università Catania, assegnate le deleghe

CATANIA – Il rettore FrancescoPriolo ha annunciato stamattina i nomi dei primi 23 delegati che lo affiancheranno nel governo dell’Università di Catania nel corso del suo mandato e che si aggiungono alla prorettrice vicaria prof.ssa Vania Patanè, designata subito dopo la nomina ministeriale. Il professor Maurizio Caserta ha ricevuto la delega alla Trasparenza e alla Legalità, mentre la docente Adriana Di Stefano avrà l’incarico delle Pari opportunità.

Per quanto riguarda altri settori importanti dell’azione di governo, Priolo ha spiegato di voler realizzare delle vere e proprie “cabine di regia” formate da più delegati con competenze e ambiti di azione diversi, che lavorino, però, insieme sotto la guida di un principale coordinatore che avrà la funzione di indirizzare il gruppo verso obiettivi comuni, dando forma a un unico piano strategico pensato a breve, medio e lungo termine.

Il coordinatore avrà anche il compito di sovrintendere il lavoro delle commissioni tematiche di prossima individuazione e di relazionare periodicamente al rettore e alla comunità sui progressi raggiunti, assumendo inoltre una piena responsabilità di firma di atti formali che riguardano la specifica missione, a oggi ancora di competenza del rettore. “Ciò – ha aggiunto Priolo -, per andare sempre più verso un Ateneo partecipato, amministrativamente snello, in cui le responsabilità siano sempre condivise”.

Ecco quindi i nomi degli altri delegati.
Ricerca: Salvatore Baglio (coordinatore e ambito Tecnico-scientifico), Giovanni Li Volti (ambito Bio-medico) e Luigi Ingaliso (ambito Umanistico-sociale).
Didattica: Alberto Fichera (coordinatore e ambito Tecnico-scientifico), Cinzia Di Pietro (ambito Bio-medico), Teresa Consoli (ambito Umanistico-sociale), Fabio Galvano (Dottorati di Ricerca, Master e Scuole di Specializzazione).
Internazionalizzazione: Francesca Longo (coordinatrice e ambito Umanistico-sociale), Lucia Zappalà (ambito Tecnico-scientifico), Martino Ruggieri (ambito Bio-medico), Gaetano Lalomia (Coordinamento istituzionale Erasmus).
Terza missione: Alessia Tricomi (coordinatrice e delega al Public Engagement e a Città della Scienza), Maria Rosa De Luca (Rapporti col territorio e alle Realtà culturali), Germana Barone (Sistema Museale di Ateneo), Rosario Faraci (Incubatore di Ateneo, Start-up e Spin-off), Riccardo Polosa (Trasferimento tecnologico e Rapporti con le imprese – ambito Bio-medico), Antonio Terrasi (Trasferimento tecnologico e Rapporti con le imprese – ambito Tecnico-scientifico).
Sanità e all’Innovazione in ambito medico: Pierfrancesco Veroux (coordinatore), Carlo Vancheri (ambito Area medica), Antonio Cianci (ambito Specialità medico-chirurgiche), Vincenzo Di Benedetto (ambito Chirurgico).

Il rettore ha evidenziato quindi la nomina di un delegato alla “Trasparenza e alla Legalità” che permetterà di assicurare massima trasparenza, appunto, nella gestione e organizzazione dell’Ateneo e la scelta di attivare anche una delega alle “Pari opportunità”, in linea con i migliori atenei per allineare sempre più le nostre procedure alle best practices internazionali.

Priolo ha ringraziato infine tutti i nuovi delegati “per avere accettato di partecipare con me a questa avventura e anche tutti coloro che hanno servito la nostra comunità nelle passate amministrazioni: a loro va tutta la nostra riconoscenza per la loro dedizione e professionalità”.


Correlati