Evasione e maltrattamenti: quattro arresti

Carabinieri al lavoro a Catania e provincia: scattano le manette per diversi reati

CATANIA – Super lavoro per i carabinieri di Catania e provincia. I militari della Stazione di Piazza Dante hanno arrestato la 31enne Anna Rau, già agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, per evasione gli scorsi 26 gennaio e 1° marzo. Pertanto, la 31enne trasferita dal domicilio al carcere di Piazza Lanza.
In manette a Paternò anche la 27enne marocchina Jahar Khali, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Torino. La donna, secondo i magistrati torinesi, è ritenuta responsabile di riduzione o mantenimento in schiavitù, reato commesso lo scorso anno nel capoluogo piemontese. L’arrestata è stata associata al carcere di Catania Piazza Lanza.
Nel carcere di Piazza Lanza è anche finito il 44enne Felice Cuffari, di Misterbianco, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Ravenna. L’uomo, già condannato per maltrattamenti in famiglia, reati commessi a Ravenna tra il 2000 e il 2008, dovrà scontare la pena di 2 anni e 7 mesi di reclusione.
I carabinieri di Giarre hanno arrestato il 29enne Luigi Falzone, di Riposto, per violazione della sorveglianza speciale e falsa attestazione a pubblico ufficiale delle propria identità. È stata una pattuglia la scorsa notte a imporgli l’alt mentre a bordo di una Smart percorreva corso Delle Province. Il sorvegliato, sapendo di aver violato la misura di prevenzione cui era sottoposto, ha datto ai militari false generalità.

scroll to top
Hide picture