Catania, il consiglio comunale dice no alla privatizzazione dell’aeroporto Fontanarossa

Approvata con 22 voti favorevoli e 3 contrari la mozione a firma Di Salvo, Petralia e Giusti

CATANIA – Il consiglio comunale di Catania ha approvato ieri sera – con 22 voti favorevoli e 3 contrari – una mozione sulla non privatizzazione dell’aeroporto di Catania a firma dei consiglieri Salvo Di Salvo, Giovanni Petralia e Agatino Giusti.
“Sono soddisfatto – ha detto Di Salvo – che i colleghi consiglieri abbiano condiviso le ragioni della non privatizzazione dell’aeroporto di Catania. La mozione, che impegna il sindaco a esprimersi nel CdA per la non privatizzazione, è stata approvata nella stessa giornata nella quale si è diffusa la notizia di acquisizione da parte della Sac dell’aeroporto di Comiso”.
“E’ chiaramente intuitivo – continua Di Salvo – che la scelta di privatizzare uno dei patrimoni pubblici più produttivi del nostro territorio desti diverse perplessità e ci preoccupa tantissimo con quanta facilità i componenti del consiglio di amministrazione si sono espressi sulla privatizzazione del 70% delle quote pubbliche”.
“Basti pensare al crollo del ponte Morandi e alle sue vittime – continua – per intuire che la privatizzazione rischi di essere un business per miliardarie società, probabilmente arabi, cinesi, russi, ecc. Ci preoccupa che questo patrimonio, che oggi rappresenta una delle risorse economiche, turistiche e occupazionali più importanti del nostro territorio, possa con la privatizzazione mettere a rischio anche gli attuali livelli occupazionali, che sono la vera forza lavoro e che hanno permesso al nostro aeroporto di fare la scalata ai primi posti in classifica tra gli aeroporti d’Italia”.

scroll to top
Hide picture