Palermo, forte vento e pioggia di rami

Raffiche di maestrale, crollano alberi e cartelloni. Disagi anche nei collegamenti marittimi

Palermo, forte vento e pioggia di rami

PALERMO – E’ stata una notte, quella trascorsa a Palermo, caratterizzata dal forte vento di maestrale che ha creato non pochi disagi: alberi caduti, rami spezzati, cartelloni pubblicitari divelti e collegamenti marittimi saltati.

Pioggia di rami e pezzi di tronco in viale delle Magnolie con serio rischio per l’incolumità delle persone. A causa del vento si sono staccati rami dai grossi Ficus magnolioides. Un tronco di 7 kg è piombato sulla carreggiata da un’altezza di 10 metri. Gli allarmi dei cittadini – molte le scuole e gli asili nella zona – sono inascoltati. ‘

‘Lo sanno tutti – dice una donna – il Comune, i condomini dove sorgono i Ficus e nessuno fa nulla. Se ci scappa il ferito o il morto nessuno potrà dire: non sapevo. Basterebbe una bonifica delle chiome degli alberi ma da anni nessuno la fa”.

Diversi gli interventi dei vigili del fuoco, in particolare in via Principe di Belmonte e in via Campolo per una lastra di marmo a rischio caduta. In via Parlatore la strada è stata chiusa a causa della caduta di un albero che si è abbattuto si una macchina in sosta. In via Aquileia un cartellone pubblicitario è stato abbattuto dal vento. Alberi caduti all’incrocio tra via Pirandello e via Giusti, all’Addaura, ad Aquino, all’Uditore e Cruillas.

Disagi anche nei collegamenti con le isole: da Palermo sono saltate le corse di due traghetti e un aliscafo per Ustica, mentre la nave Majestic di Grandi Navi Veloci diretta a Napoli che era prevista per le 20 di ieri sera è partita solo alle 6 di oggi. Questa mattina il maestrale ha concesso una tregua, ma a tratti ha continuato a soffiare con una intensità di 20 nodi.


Correlati