Il prefetto è indagato, arriva il sostituto

Agrigento: Nicola Diomede sotto accusa per il sistema Girgenti acque, al suo posto Dario Caputo

Il prefetto è indagato, arriva il sostituto

AGRIGENTO – Il prefetto di Agrigento Nicola Diomede è stato sostituito. Al suo posto Dario Caputo. La nomina è stata fatta dal Consiglio dei ministri. Caputo è il vice capo di gabinetto del ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti.

Diomede, 60 anni compiuti all’inizio del mese e prefetto di Agrigento dal 30 dicembre del 2013, è fra i 72 indagati dell’inchiesta per associazione per delinquere, riciclaggio, corruzione, false comunicazioni sociali e truffa sul presunto “sistema” Girgenti Acque, la società che gestisce il servizio idrico in provincia.

Secondo alcune indiscrezioni sarebbe stato lo stesso prefetto a chiedere di lasciare Agrigento dopo avere appreso di essere indagato nell’inchiesta condotta dalla Procura. Diomede, verosimilmente, avrebbe lasciato Agrigento subito dopo la tornata elettorale del prossimo 4 marzo. Stamani, dopo che gli è stata notificata, come agli altri indagati la proroga delle indagini, il Cdm lo ha collocato “a disposizione”.

Si chiama


Correlati