Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 21 novembre 2017

Catania, tentato omicidio
davanti alla questura

Un trentottenne è stato aggredito da un parente della sedicenne con la quale era uscito. L'assalitore, armato di coltello, è stato bloccato dai poliziotti appena in tempo

CATANIA - Si era recato davanti agli uffici della questura di Catania dopo avere ricevuto una serie di telefonate di minacce da parte della madre di una sedicenne con la quale aveva trascorso la giornata quando un parente della minorenne lo ha aggredito cercando di accoltellarlo.

A bloccare l'aggressore, un uomo di 45 anni, sono stati agenti di polizia che lo hanno arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e tentativo di omicidio. Illeso il suo obiettivo: un uomo di 38 anni che si era recato, con la minorenne, davanti alla questura per un chiarimento con i familiari della sedicenne che lo avevano minacciato per convincerlo a riaccompagnare a casa la ragazza.

A sostegno delle minacce la madre della sedicenne aveva annunciato al trentottenne che stava per recarsi dalla polizia per denunciare la scomparsa della figlia.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.