Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 24 settembre 2017

Pubblicato: 04/12/2009

Bellini, sì al concerto di Natale

A Catania le maestranze del Teatro Massimo sospenderanno lo sciopero solo per consentire lo svolgimento della serata di gala, che sarà registrata domenica prossima: "Decisione legata al senso di responsabilità"

CATANIA - Lo sciopero dei lavoratori del Teatro Massimo Bellini di Catania è stato sospeso limitatamente alla giornata di  domenica 6 dicembre. Lo ha deciso ieri sera l'assemblea delle maestranze dopo un ampio dibattito.

Domani, alle 9.30, nella sala Bonaventura di via di Sangiuliano 313, si terrà una conferenza stampa per spiegare il motivo della decisione, legata, spiega una nota dei sindacati, "al senso di responsabilità", dei lavoratori, che garantiranno in tal modo "la realizzazione del concerto di Natale, importante ribalta della città e del Teatro stesso".

Il concerto di Natale, che si terrà al Teatro Massimo Bellini di Catania il 6 dicembre, verrà trasmesso da Raidue il 24 dicembre. Gli artisti che vi prenderanno parte sono Eddie Floyd, Mario Biondi, Gigi D'Alessio, gli Jarabe de Palo; la brasiliana Rosalia De Souza della scuola di samba di Nilopolis, il grande flautista Andrea Griminelli, il tenore Vincenzo La Scola, Alex Britti, Dolcenera, Laura Esquivel protagonista del mondo di Patty, la rivelazione di X Factor Noemi, la nuova voce sudafricana Simphiwe Dana, Malika Ayane, gli Stadio, il Benedict Gospel Choir dal South Carolina, il maestro jazzista Gerardo Di Lella con la sua big band, il coro di voci bianche Gaudeamus Igitur Concentus.

Al Bellini, la sera del 6 dicembre saranno accompagnati dall'Orchestra e Coro del Teatro Massimo Bellini diretti dal Maestro Renato Serio. Oltre a Raidue, il concerto sarà anche in radio (Rtl 102.5) e la sua messa in onda servirà a richiamare l'attenzione su un'emergenza umanitaria: l'accoglienza e l'integrazione sociale degli immigrati.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.