Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 23 luglio 2017

Pubblicato: 22/09/2009

Sequestrati 500 mila euro ai Cappello

Beni mobili e immobili sono stati confiscati a Carmelo Trovato, presunto affiliato della cosca catanese, arrestato nel 2008. Durante l'operazione furono trovati grossi quantitativi di droga e armi

CATANIA - Beni mobili ed immobili riconducibili a Carmelo Trovato, di 47 anni, indicato dagli investigatori come affiliato al clan Cappello, sono stati sequestrati da agenti della squadra mobile di Catania su disposizione della procura etnea.

Tra i beni sequestrati, ritenuti provento del traffico di droga, due immobili e un garage, due auto ed un motociclo. Alla fine del 2008 erano stati già sequestrati altri beni riconducibili all'uomo: un immobile, due Bmw ed una Smart, denaro per 8.700 euro e gioielli per 150 mila euro. Il valore dei beni sequestrati complessivamente è di circa 500 mila euro. Sono stati sequestrati anche depositi postali e bancari per circa 90.500 euro.

Carmelo Trovato fu arrestato il 21 settembre del 2008 in una villetta del Villaggio Cielo Azzurro, a Vaccarizzo, durante un'operazione nel corso della quale vennero scoperti alcuni grammi di cocaina ed una pistola Beretta calibro.9 risultata rubata. Il 13 ottobre successivo in località S.Leonardo fu arrestato il figlio Giovanni, di 20 anni, insieme ad altre sei persone. Nel corso dell'operazione furono trovati 20 chili di cocaina e armi.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.