capo di Stato? Siciliani fanno corna"" /> capo di Stato? Siciliani fanno corna""> Beretta contro Calderoli: "Bossi<br>capo di Stato? Siciliani fanno corna"
Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 19 agosto 2017

Beretta contro Calderoli: "Bossi
capo di Stato? Siciliani fanno corna"

Il parlamentare catanese del Pd attacca il ministro che terrebbe la foto del leader leghista nel suo ufficio al posto di quella di Napolitano: "E' il segno dei tempi". La replica: "Non è vero, venga a controllare"

CATANIA - Il parlamentare del Pd, Giuseppe Berretta, ha firmato un'interpellanza urgente al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sulla notizia che il ministro della Semplificazione normativa, Roberto Calderoli, avrebbe esposto nel suo ufficio al ministero la foto del ministro delle Riforme e leader della Lega Nord, Umberto Bossi, invece di quella  del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

"Il fatto che il ministro Roberto Calderoli abbia sostituito nel suo ufficio, la foto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con quella del ministro Umberto Bossi - afferma il deputato del Partito democratico - è il segno dei tempi. Di fronte a questo gesto con Calderoli che evoca la speranza che un domani Bossi possa assurgere al ruolo di capo dello Stato, bisogna fare gli scongiuri. Scongiuri che faranno certamente tutti gli italiani, siciliani in primis, che hanno a cuore le sorti del nostro Paese. Tale remota evenienza, infatti, sarebbe distruttiva per la nostra nazione".

Attaccato pubblicamente, Calderoli ha replicato così: "La foto di Napolitano è esposta nel mio ufficio, non solo per il suo ruolo istituzionale ma per la stima che nutro per lui. L'on. Berretta venga pure a controllare. Non ho mai avuto il piacere, finora di ricevere una visita nel mio studio da parte dell'onorevole Giuseppe Berretta, ammesso che sappia dove si trova la sede del mio ministero".

"Comunque - prosegue il ministro - se vorrà farci una visita, seppur non gradita, potrà verificare di persona che la foto del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si trova regolarmente al suo posto, appesa alla parete, e questo non solo per il suo ruolo istituzionale di capo dello Stato ma anche per la stima e la simpatia che nutro nei suoi confronti".

Controreplica di Beretta: "Andrò personalmente a verificare se nell'ufficio del ministro Calderoli c'è o meno la foto del presidente della Repubblica. Nel contempo, approfitterò dell'occasione per rappresentargli le ragioni e le aspettative della Sicilia e del Mezzogiorno".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.