Catania, un punto e a capo

dal nostro inviato Marco Carli. A Lamezia Terme finisce 1-1, vantaggio rossazzurro nel secondo tempo con Palermo. Il distacco coi calabresi resta sempre +10

Il Catania si prende un punto al D’Ippolito di Lamezia Terme. E alla fine, tutto sommato, è un buon punto visto che il vantaggio resta di 10 lunghezze rispetto proprio ai lametini. Distacco inalterato anche nei confronti della Vibonese che ha pareggiato, così come Catania e Lamezia. Ferraro sceglie di riproporre in difesa Boccia che è molto attento ad Addessi, vicecapocannoniere del torneo. A centrocampo c’è Palermo e non Lodi. In attacco, i tre over, ma questa volta, insieme a Sarao e Sarno gioca Andrea Russotto.

Nel primo tempo, se si eccettua un tiro di Sarao alto, le occasioni migliori sono tutte dei padroni di casa. E’ sempre Terranova a rendersi pericoloso, prima con un tiro che obbliga Bethers all’intervento. Siamo al quarto d’ora, e quattro minuti dopo è ancora Terranova a fare venire un brivido ai 550 tifosi catanesi presenti sugli spalti del D’Ippolito. Palla che viaggia da destra a sinistra e poi il numero 10 dei locali va alla conclusione e colpisce la traversa. Occasionissima per il Lamezia e Catania che deve prendere le misure. Lo fa a inizio ripresa con il duo formato da Boccia e Palermo (foto fb Catania Ssd). Il difensore si incunea a sinistra e crossa. Il centrocampista interviene e spedisce il pallone alle spalle del portiere Mataloni per lo 0-1.

Piove sul campo di Lamezia, il terreno è pesante e per un fortissimo acquazzone che si era scatenato fra le 12 e le 13 si è anche temuto che la partita non si potesse giocare. Sotto l’acqua, i padroni di casa trovano il pareggio con Emmanouil che sfrutta anche una deviazione per mettere dentro il pallone del pareggio. I cambi questa volta non incidono in casa rossazzurra. Resta come detto un punto prezioso, perché il Catania esce indenne da un campo comunque molto difficile e con dieci vittorie e due pari continua a veleggiare al comando attendendo altre occasioni per continuare a prendere il largo e avvicinarsi all’obiettivo. Alla prossima, al Massimino, arriva l’Acireale.

LAMEZIA-CATANIA 1-1
Lamezia (4-3-3): Mataloni, Miliziano, Silvestri, Cadili, De Luca, Maimone (9’ st Maltese), Cristiani, Emmanouil, Addessi (27’ st Alma), Crisafi, Terranova. A disposizione: Martino, Kanoute, Zulj, Tipaldi, 74 Borgia, Ferreira, Fangwa. Allenatore: Novelli.
Catania (4-3-3): Bethers, Rapisarda, Castellini, Lorenzini, Boccia (30’ st Forchignone), Palermo, Rizzo, Vitale, Sarno (30’ st Ferrara), Sarao (13’ st Jefferson), An. Russotto (25′ st De Luca). A disposizione: Groaz, Lubishtani, Pedicone, Lodi, Giovinco. Allenatore: Ferraro.
Arbitro: Francesco Zago (Conegliano).
Reti: st 1’ Palermo, 18’ Emmanouil.
Note: ammoniti Crisafi (L), Vitale, Sarao (C). Angoli: 2-5. Recupero: pt 0’; st 6’.

scroll to top
Hide picture