Sparatoria a Pachino, fermato il fuggitivo

Si apprestava a partire dopo un tentato duplice omicidio

SIRACUSA – I carabinieri di Noto hanno arrestato un 30enne accusato di un tentato duplice omicidio avvenuto il 27 luglio scorso in via Mascagni, quartiere popolare di Pachino. Bersaglio dell’indagato sarebbero stati due uomini di cui non sono state rese note le generalità dagli inquirenti, rimasti illesi. Secondo i militari l’uomo, che aveva esploso numerosi colpi di arma da fuoco con l’intento di uccidere, è stato fermato prima che facesse perdere le proprie tracce, forse partendo per l’estero.

Gli inquirenti si concentrano “sulla possibile presenza di altri complici che possano aver preso parte al tentato omicidio oppure cercato di favorire in qualche modo la fuga dell’indiziato”. L’aggressione è avvenuta dopo la sentenza di condanna a 20 anni di reclusione, emessa dal Tribunale di Siracusa, nei confronti di Raffaele Forestieri, di Pachino, accusato insieme a Paolo Forestieri (deceduto), dell’omicidio di Emanuele Nastasi, vittima di un caso di lupara bianca riconducibile a una lite per un debito di droga di soli 80 euro.

scroll to top
Hide picture