E’ tris per il Catania

Dal nostro inviato Marco Carli. I rossazzurri espugnano Licata e restano in testa alla classifica. In rete Rizzo e De Luca

Il Catania cala il tris. Non incanta, ma vince e questo forse è ancora più importante in avvio di campionato. I rossazzurri restano in testa al girone grazie al successo per 2-1 sul campo di Licata. Lo storico Liotta in cui – parole di Ferraro – non molte squadre riusciranno ad avere la meglio. Il tecnico del Catania deve far fronte ad alcune assenze importanti e alla squalifica di Vitale. Decide, come da pronostico della vigilia, di schierare Lubishtani a sinistra in difesa, accentrando Castellini. Rizzo va a far da metronomo a centrocampo, Lodi ha un turno di riposo. In attacco Russotto, Sarao e Giovinco. La prima emozione vera è sull’asse Rizzo-Sarao. Lancio in profondità del numero 18, l’attaccante ha una buona chance ma tira altissimo.

Il Catania non brilla e il Licata in cui Pippo Romano sceglie inizialmente i brevilinei Minacori e Rotulo crea più di qualche grattacapo. Ma la sensazione è che il Catania abbia sempre le possibilità di colpire quando decide di farlo. L’occasione capita al ventiquattresimo. Calcio d’angolo, pallone che esce dall’area. Rizzo impatta in modo magistrale la sfera e mette sotto la traversa per lo 0-1. Scatena la sua gioia prima verso il pubblico rossazzurro e poi con i compagni di squadra (foto Catania SSD). Gran bel gol ma il Licata può pareggiare quasi subito con un Rotulo ispirato che però manda a lato dopo un bel fraseggio della squadra di Romano.

La ripresa si apre con l’ingresso di De Luca per un acciaccato Russotto. Poi le emozioni sono scarse. Nel finale Pippo Romano schiera l’artiglieria pesante con Baldeh e Ouattara e mette in difficoltà il Catania. C’è anche qualche lamentela per alcuni episodi in area rossazzura. Ma nel momento migliore dei gialloblu, arriva il gol di De Luca che sfrutta un assist proveniente dalla destra e mette in rete il pallone del 2-0. La partita sembra finita e De Luca viene espulso per – chiamiamolo così – eccesso di esultanza. Arriva il secondo giallo e poi il rosso.

Nel recupero tocca a Baldeh innescare Outtara che di testa trova lo spunto giusto per indirizzare in rete il pallone del 2-1 finale. C’è appena il tempo di tornare a centrocampo e la partita si chiude. Nove punti in tre gare e mercoledì di nuovo campionato. Al Massimino arriva la Vibonese.

LICATA-CATANIA 1-2
Licata (3-4-2-1): Valenti; Vitolo, Calaiò, Orlando (40’ st Ouattara); Izco (20’ st Cannia), Mudasiru (25’ st Marcellino), Frisenna (35’ st Rubino), Pino; Ficarra (20’ st Baldeh), Rotulo; Minacori. A disposizione: 27 Sienko; 14 Cappello; 16 Puccio; 17 Saito. Allenatore: Romano.
Catania (4-3-3): Bethers; Rapisarda, Castellini, Lorenzini, Lubishtani; Buffa (15’ st Al. Russotto), Rizzo, Palermo; An. Russotto (1’ st De Luca), Sarao (29’ st Sarno), Giovinco (11’ st Jefferson). A disposizione: 22 Groaz; 2 Boccia, 4 Somma; 10 Lodi; 11 Forchignone. Allenatore: Ferraro.
Arbitro: Alberto Poli (Verona).
Reti: pt 23’ Rizzo; st 44’ De Luca, 50’ Ouattara.
Note: espulso De Luca al 45’ st per doppia ammonizione. Ammonito Lorenzini. Angoli: 4-1. Recupero: pt 0’; st 6’.

scroll to top
Hide picture