Sangue alla sagra: sferra un pugno, è in codice rosso

Nell'Agrigentino litiga con la ragazza e colpisce una vetrina

CASTELTERMINI (AGRIGENTO) – Litiga con la fidanzata e sferra, in piazza Duomo a Casteltermini, un cazzotto contro la vetrina di un locale. Vetrina che va in frantumi e che quasi gli trancia totalmente il braccio destro. E’ stato macchiato dal sangue l’epilogo della sfilata della Sagra del Tataratà: un ventiseienne, in codice rosso è stato prima trasferito all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento e poi spostato in elisoccorso, visto la gravità delle ferite riportate all’arto, all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta per un delicato intervento chirurgico.

Il quadro clinico è stato definito “critico”. A soccorrere il giovane è stato un cittadino di Casteltermini che non soltanto ha provato a tamponare il sangue, ma anche a sorreggere l’arto lacerato. L’uomo è stato poi colto da malore. I poliziotti di Agrigento, che si sono occupati del servizio di ordine pubblico, prima dell’inizio della sfilata hanno allontanato una trentina di cavalli perché non rispettavano le norme.

scroll to top
Hide picture