Palermo, nuovo primario per le malattie rare

di Nuccio Sciacca. Al Villa Sofia-Cervello nominato Antonino Giambona per la diagnostica molecolare

Antonino Giambona guiderà l’unita operativa semplice a valenza dipartimentale (Uosd) di “Diagnostica Molecolare Malattie Rare Ematologiche” dell’Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello” di Palermo. Laureato in Scienze Biologiche all’Università degli Studi di Palermo e specializzatosi in Genetica Medica all’Università degli Studi di Catania, vanta un particolare background in ricerca e sviluppo di metodologie innovative per la diagnostica molecolare di Laboratorio. Ha all’attivo diverse collaborazioni di spicco con numerosi centri pubblici di genetica, ginecologia e ostetricia, neonatologia, ematologia e pediatria regionali e nazionali sul campo di laboratorio e tecnico-genetico per emoglobinopatie, talassemia, malattie rare del sangue e diagnosi prenatale.

Significative le sue esperienze estere: dal “Department of Medicine, Genetics and Development” Columbia University, college of Physicians and Surgeons, New York; al “Centre for Medical Genetics, at Johns Hopkins Hospital”, Baltimora, Usa; al Karolinska Institute di Stoccolma; al Department of Obstetrics and Gynaecology della Ioannina University, Grecia. Già responsabile, per la stessa azienda, del Laboratorio per lo Screening e la Diagnosi Prenatale di Talassemia ed Emoglobinopatie, struttura afferente alla U.O.C. di Ematologia per le Malattie Rare del Sangue e degli Organi Ematopoietici, ha fatto parte del consiglio direttivo della Società Italiana per lo studio delle Talassemie e delle Emoglobinopatie (Site).

scroll to top
Hide picture