Librino, autista bus menato per la mascherina

Passeggero si rifiuta di indossarla: trauma cranico per il conducente

CATANIA – Un autista dell’Azienda metropolitana trasporti e sosta di Catania è stato aggredito ieri da un uomo che si era rifiutato di indossare la mascherina. E’ stato trasportato al pronto soccorso, dove gli è stato riscontrato un trauma cranico; è stato dimesso con una prognosi di 7 giorni. Amts definisce “un atto criminale inaccettabile”. “Annunciamo da subito che ci costituiremo parte civile nel processo contro l’aggressore, che è stato identificato in un uomo di circa trent’anni. Al nostro dipendente va tutta la nostra solidarietà e il nostro elogio per avere fatto rispettare le regole e per avere agito secondo il regolamento dei trasporti pubblici. L’autista, in servizio sulla vettura Librino Express, è stato aggredito intorno alle 12 all’altezza del viale Bummacaro”.

Dopo l’ospedale il conducente si è subito recato dai carabinieri per sporgere denuncia. “L’azienda ha già messo in atto da tempo il suo servizio di sicurezza a bordo delle vetture – conclude l’Amts – perché già in passato sono stati purtroppo frequenti episodi di violenza e aggressione nei confronti dei nostri dipendenti. È chiaro, però, che accanto ai metodi di tutela e salvaguardia dei nostri lavoratori, è necessario affiancare un cambio di mentalità dell’intera comunità. Le regole vanno rispettate”.

scroll to top
Hide picture