Palermo avanti soffrendo

Play off: i rosanero rischiano grosso in casa contro la Triestina ma superano il turno. Ospiti a segno col catanese Litteri, pari di Luperini al 96'. Massolo para un rigore. Tutte le qualificate

Il Palermo accede al secondo turno della fase nazionale dei play off di Serie C. Vittoriosi nella gara d’andata per 2-1, i rosanero pareggiano in casa con la Triestina soffrendo a lungo e rischiando grosso contro un avversario che gioca meglio tenendo aperto il discorso qualificazione sino all’ultimo minuto di recupero, quando Luperini fa centro chiudendo una ripartenza di Soleri.

Prima però la formazione di Baldini, pur sorretta da uno stadio gremito, aveva faticato tantissimo. Fallita una buona occasione in avvio con Brunori, fermato da Offredi, i padroni di casa, in evidente difficoltà, vengono salvati al 21′ da Massolo, che para un rigore di Procaccio assegnato per un fallo di Marconi su De Luca.

La traversa colpita da Volta con un colpo di testa fa tremare i rosanero, che nella ripresa ci provano con Brunori, autore di un tiro di poco a lato, prima di capitolare a tredici minuti dallo scadere per mano del catanese Litteri, lesto a fare centro sugli sviluppi di un angolo. Il Barbera trema, ma la Triestina pur attaccando non passa e Luperini al sesto minuto di recupero può chiudere i conti.

Tra gli oltre trentamila del Barbera anche Giovanni Gardini e gli emissari inglesi capitanati da Brian Marwood del City Group, il fondo che sarebbe interessato all’acquisto delle quote azionarie del Palermo e i cui rappresentanti da ieri si trovano in città per definire i dettagli della trattativa. Gardini, ex dg di Inter, Lazio e Verona, è il candidato principale a occupare un ruolo nell’organigramma dirigenziale del club che sembra destinato a entrare nell’orbita dei proprietari del Manchester City. I dirigenti inglesi e Gardini, hanno assistito alla partita assieme all’attuale presidente del club rosanero, Dario Mirri.

PALERMO-TRIESTINA 1-1
Palermo (4-2-3-1): Massolo 7.5; Buttaro 5.5, Lancini 5, Marconi 4.5, Crivello 5; De Rose 5.5, Dall’Oglio 5; Valente 5, Luperini 6.5, Floriano 5 (38′ st Soleri sv); Brunori 5.5. In panchina: Pelagotti, Giron, Accardi, Silipo, Somma, Odjer, Damiani, Fella, Perrotta, Felici, Doda. Allenatore: Baldini 5.5
Triestina (3-5-2): Offredi 6, Rapisarda 6, Volta 6.5, Ligi 6; Galazzi 6, Crimi 6.5, Calvano 6.5, Giorico 6 (16′ st Ala-Myllymaki 6), St Clair 6.5 (28′ st Litteri 7); Procaccio 5 (28′ st Sarno 6.5, 41′ st Giorno sv) 5, De Luca 6.5 (16′ st Trotta 6) panchina: Martinez, Lopez, Baldi, Esposito, Iacovoni. Allenatore: Bucchi 6.5
Arbitro: Giordano di Novara 6.
Reti: 32′ st Litteri, 51′ st Luperini.
Note: spettatori 31.808. Ammoniti: Volta, Crimi, De Rose, Ligi, Lancini, Calvano, Litteri. Angoli: 4-5. Recupero: 1′; 6′. Al 21′ pt Massolo para un rigore a Procaccio.

IL QUADRO (in maiuscolo le qualificate al secondo turno): FERALPISALÒ-Pescara 2-1; VIRTUS ENTELLA-Foggia 2-1; PALERMO-Triestina 1-1; Cesena-MONOPOLI 0-3; Renate-JUVENTUS U23 0-1.

scroll to top