Inseguito dai carabinieri lancia pistola da finestrino

Il giovane era stato fermato all'uscita Paesi etnei dell'A18

SAN GIOVANNI LA PUNTA (CATANIA) – I carabinieri di San Giovanni La Punta hanno arrestato un 21enne per porto abusivo e detenzione di armi clandestine, e resistenza a pubblico ufficiale. I militari durante un controllo in via Galileo Galilei, all’uscita “paesi etnei” dell’A18, hanno notato una Fiat Punto che si dirigeva ierso San Giovanni La Punta, condotta dal giovane, già noto per pregresse vicende giudiziarie. Gli è stato intimato l’alt, il 21enne si è prima fermato, poi è ripartito a tutta velocità mentre il capo pattuglia si era avvicinato a piedi per procedere al controllo.

Durante l’inseguimento, il fuggitivo ha lanciato un oggetto fuori dal finestrino dell’auto. I militari hanno richiesto il supporto dei colleghi che, finalmente, sono riusciti a bloccarlo in via Catania. Il giovane ha dichiarato di essere fuggito perché senza copertura assicurativa (in realtà risultata essere presente), ma i successivi accertamenti hanno scoperto che l’oggetto lanciato dal finestrino era una pistola semiautomatica cal. 9, a salve, ma modificata in un’arma da fuoco funzionante con 3 cartucce nel serbatoio. Immediata la perquisizione nella sua abitazione in viale della Regione dove i militari hanno trovato una seconda pistola cal. 9, anche questa modificata, con 6 cartucce nel serbatoio. Per il 21enne è stato disposta la custodia cautelare nel carcere catanese di Piazza Lanza.

scroll to top
Hide picture