Bimbi catanesi in marcia: “Facciamo pace”

Dal Giardino Bellini a piazza Università per dire stop alle guerre VIDEO - FOTO

Un fiume di bambini e ragazzi delle scuole catanesi ha attraversato stamattina via Etnea, colorato di cartelloni, striscioni e coccarde, per lanciare un appello al mondo intero: “Facciamo Pace”: FOTO. La speciale “Marcia per la Pace delle scuole di Catania” organizzata dal Comune, con l’assessorato alla Pubblica Istruzione retto da Barbara Mirabella, è partito alle 10 dal Giardino Bellini, dopo il raduno delle 9.30 nel piazzale delle Carrozze.

video

La marcia lungo via Etnea è stata aperta dai baby sindaci e sindache e rappresentanti di ogni istituto scolastico, con rispettivi stendardi, e da un primo corteo di cinquecento piccoli alunni delle scuole dell’infanzia comunali, accompagnati dai genitori, che per primi hanno raggiunto piazza Università per consegnare speciali letterine e intenzioni alle autorità cittadine che si faranno portavoce di pace e dialogo ai più alti livelli istituzionali. Protagonisti indiscussi sono stati proprio gli studenti delle scuole catanesi guidati dai quattro giovanissimi sindaci Giordana Blandini, Sara Maugeri, Antonino Chiara e Francesco Finocchiaro in rappresentanza degli istituti comprensivi “Grazia Deledda”, “Vitaliano Brancati”, “Giuseppe Parini” e “San Giovanni Bosco”, ma non solo.

“Grazie a tutti i bambini che stamattina hanno partecipato a questa iniziativa in un contesto molto particolare. L’Università di Catania in queste settimane ha promosso e condiviso numerose iniziative rivolte agli studenti e ai cittadini e altre ne organizzerà”, ha detto il rettore Francesco Priolo dell’Università di Catania ai numerosi studenti che stamattina hanno partecipato alla marcia. Presenti il sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi, il prefetto Maria Carmela Librizzi, l’arcivescovo metropolita Luigi Renna, l’Iman e presidente della comunità islamica di Sicilia Kheit Abdelhafid, insieme con rappresentanti di istituzioni civili e militari, dirigenti scolastici e docenti.

“Piazza Università – ha detto l’assessore Mirabella – si è trasformata in una grande piattaforma da cui lanciare messaggi di amicizia e solidarietà, di stop alla guerra e alle guerre che affliggono l’Ucraina e tante nazioni e popoli nel mondo. E grazie ai numerosi laboratori della pace e workshop tematici realizzati nelle classi, dall’infanzia sino al primo anno delle superiori, con il coordinamento degli uffici comunali attività parascolastiche e scuola materna, chiara e forte la voce che si è levata dal cuore della città, spinta da un vigoroso ‘vento’ di freschezza e gioventù verso un unico grande cielo rivestito dei colori della pace”.

Per favorire la partecipazione all’iniziativa, Amts e Fce hanno messo a disposizione gratuitamente, per gli alunni e le alunne sino ai 15 anni di età, tutti i servizi bus e le corse della metropolitana (dalle stazioni Milo, Stesicoro, Nesima) nelle fasce orarie comprese tra le 9 e le 13.

scroll to top
Hide picture