Cuginetti uccisi da Suv, annullata la condanna

Vittoria. A Rosario Greco erano stati inflitti 9 anni, il processo riprenderà in Appello

RAGUSA – La Cassazione ha annullato con rinvio la sentenza d’Appello che aveva condannato nel febbraio 2021 a 9 anni di carcere Rosario Greco, confermando la sentenza di primo grado per duplice omicidio stradale. L’11 luglio 2019, in via IV Aprile, a Vittoria, Greco travolse e uccise i due cuginetti, Alessio e Simone D’Antonio, entrambi di 11 anni mentre giocavano sul marciapiede davanti casa. Il processo riprenderà in Corte d’Appello. 

Toni e Valentina, Lucy e Alessandro D’Antonio hanno accolto con amarezza la notizia dell’annullamento in Cassazione della sentenza di condanna di Rosario Greco. Le motivazioni saranno rese note entro 30 giorni. “Sono amareggiati – spiega l’avvocato Daniele Scrofani – ma fiduciosi nella giustizia. Purtroppo ci attende un nuovo processo”. L’inchiesta accertò che Greco guidava in stato di ebbrezza per l’utilizzo di sostanze alcoliche e stupefacenti.

scroll to top
Hide picture