Catania, denunciate 4 furbette del Rdc

Hanno omesso di dichiarare la convivenza di congiunti in carcere o ai domiciliari

CATANIA – I carabinieri di Catania, insieme ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Catania, hanno denunciato 4 donne per aver percepito indebitamente il reddito di cittadinanza omettendo di comunicare la presenza di componenti del nucleo familiare sottoposti a misura restrittiva. Le donne infatti hanno omesso di dichiarare la convivenza dei congiunti, detenuti in carcere o agli arresti domiciliari.

Una delle quattro, in particolare, ha anche omesso di comunicare l’attività lavorativa della figlia. Il beneficio è stato loro revocato ed è in corso da parte dell’Inps il calcolo delle somme indebitamente percepite. Le numerose operazioni condotte in ambito provinciale dai carabinieri hanno consentito, negli ultimi 12 mesi, di beccare 158 persone che con false attestazioni hanno indebitamente beneficiato delle somme di denaro pubblico loro destinate per un ammontare di oltre un milione di euro. 

scroll to top
Hide picture