Rapine senza frontiere

VIDEO Ruba lo scooter, poi il colpo alla Lidl

Assalti tra Lombardia e Svizzera: arrestato giovane catanese, caccia al complice

VARESE – È stato arrestato dai carabinieri di Luino (Varese) un giovane di Catania, che nel breve volgere di cinque giorni si è reso responsabile di diversi e gravi reati. Le indagini sono state avviate nella serata del 5 febbraio, dopo la rapina che due uomini, arrivati a bordo di uno scooter con caschi integrali e armati di pistola e taglierino, hanno messo a segno nel supermercato Lidl di Luino. Bottino oltre 4.000 euro. La moto è risultata rubato diverse ore prima nei pressi di un centro scommesse.

Nel pomeriggio del 9 febbraio altra rapina: due uomini si sono presentati in un distributore di carburante in territorio svizzero, nella località Fornasette, situata immediatamente a ridosso del confine con l’Italia. Uno di loro, con il volto coperto e armato di un taglierino, ha intimato all’impiegata di consegnare il denaro in cassa, circa duemila euro. Completato il colpo i due sono rientrati nel territorio italiano, con direzione di fuga verso Luino. La rapina è stata filmata dall’impianto di videosorveglianza. In questo caso è stata utilizzata un’auto risultata rubata a Luino.

I militari hanno individuato la macchina in una via del centro storico luinese e osservato nei paraggi la presenza di un giovane che, salito a bordo di un’auto condotta da persona risultata estranea ai fatti, è stato fermato a poche centinaia di metri. Si tratta di un 28 enne originario di Catania, e il ritrovamento di quasi 1.500 euro e parte della refurtiva portata via alla Lidl hanno fornito lo spunto decisivo per completare il quadro. Il giovane così è finito in carcere, mentre si cerca di identificare il complice.

scroll to top
Hide picture