Una Santa plurisensoriale

Catania: dentro Porta Garibaldi un'installazione per le celebrazioni agatine

CATANIA – Per il secondo anno consecutivo la festa di Sant’Agata deve rinunciare alle processioni, ma sono tante le iniziative che accompagneranno ugualmente le celebrazioni per la patrona di Catania. Una di queste è “Del tuo ritorno”, l’installazione plurisensoriale dell’artista visuale Giuseppe Stissi dedicata alla Santa.

L’opera, a cura di Kina, in collaborazione con le associazioni Acquedotte e Treviehandmade e la partecipazione di Ciurì, sarà collocata all’interno di Porta Garibaldi, aperta ai visitatori dal 3 al 6 febbraio e il 13 febbraio. Per la seconda volta, dunque, l’arco settecentesco – in attesa che si concluda l’iter per il finanziamento del progetto di riqualificazione del monumento – diventa una piccola galleria d’arte.

In pochi metri quadrati il visitatore potrà entrare in una sorta di spazio parallelo dove la festa vive e continua attraverso la rappresentazione in pixel di un guanto abbandonato, le grida distorte dei devoti, l’aroma dei ‘torronari’, i palloncini della festa. “Il tema dei miei lavori è la memoria – racconta l’artista, che lavora anche nelle scuole -. Spesso i bambini mi chiedono quando torneranno a giocare, a festeggiare i compleanni tutti insieme. Anche loro desiderosi di una normalità, ma chissà quale sarà la normalità che ritroveremo. I video che ho utilizzato per quest’installazione sono stati girati nel febbraio del 2020, pochi giorni prima del lockdown. In quell’occasione ho seguito la processione lungo la via Plebiscito, fino al Fortino, per questo oggi tornare in questo luogo assume ancora più significato”. L’installazione sarà inaugurata il 3 febbraio alle 18.

scroll to top
Hide picture