Mette cinghia al collo alla moglie davanti ai figli

Dieci anni di violenze e minacce: arrestato 32enne a Camporotondo Etneo

CATANIA – Un 32enne è stato arrestato a Camporotondo Etneo dai carabinieri di Catania per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip su richiesta della Procura distrettuale.

L’uomo è accusato di avere aggredito e picchiato per anni la moglie davanti ai loro figli minorenni. Nel giugno 2013, dopo una denuncia della moglie, il 32enne ha subito una condanna definitiva per maltrattamenti. La donna sarebbe stata anche costretta a vendere degli elettrodomestici che aveva in casa per fare fronte ai debiti del marito, che sarebbe assuntore abituale di sostanze stupefacenti.

Lo scorso anno la moglie ha chiesto la separazione e l’uomo, dopo avere appreso notizia, l’avrebbe insultata pesantemente e l’avrebbe aggredita fisicamente alla presenza dei figli mettendole la cinghia di uno zaino al collo e cagionandole lesioni giudicate guaribili in dieci giorni. La donna, ritenendo di essere in grave pericolo, ha lasciato l’abitazione coniugale con i figli. Fino ai primi giorni dello scorso mese di novembre l’uomo ha continuato a perseguitarla inviandole messaggi di minaccia tramite WhatsApp.

scroll to top
Hide picture