Green pass rafforzato, Viminale sollecita prefetti

Necessario organizzare i controlli anti-Covid con largo anticipo

ROMA – In vista della scadenza del 10 gennaio, quando l’obbligo del green pass rafforzato sarà esteso ad altre attività, tra cui alberghi, sagre, convegni, aerei, navi, treni, autobus, impianti sciistici, piscine, centri benessere, il Viminale chiede ai prefetti di “adottare ogni necessaria disposizione in materia di controlli, tenendo conto della differenziata articolazione temporale delle nuove misure e dell’esigenza di programmare i servizi con congruo anticipo” rispetto alla data di entrata in vigore. La circolare, firmata dal capo di Gabinetto del ministro dell’Interno, Bruno Frattasi, offre indicazioni in merito al decreto legge dello scorso 30 dicembre che ha esteso il campo di applicazione della certificazione verde rafforzata.

Il prefetto sottolinea come il decreto affidi ai titolari delle attività la verifica che l’accesso nei luoghi avvenga nel rispetto delle misure previste, “continuando a rappresentare, quindi, il primo presidio di controllo”.

scroll to top
Hide picture