Covid, a Petralia Soprana chiusi scuole e oratori

Il sindaco: "Troppi contagi tra i giovani" VIDEO. Pure a Roccamena stop alle lezioni

PETRALIA SOPRANA (PALERMO) – Chiuse a Petralia Soprana tutte le scuole di ogni ordine e grado causa Covid. Oggi pomeriggio il sindaco Pietro Macaluso ha firmato l’ordinanza con la quale ha chiuso, fino a data da destinarsi, tutte le scuole di ogni ordine e grado, le attività di catechesi e oratorio al fine di contenere i contagi che negli ultimi giorni, nel piccolo paese delle Madonie, stanno aumentando vertiginosamente.

La situazione è scoppiata come un fulmine a ciel sereno considerato che Petralia Soprana sembrava vivere sonni tranquilli. Purtroppo, da un giorno all’altro, da pochi casi in tutto il territorio la situazione si è completamente ribaltata a causa dell’ingresso del virus nelle scuole che ha determinato una forte preoccupazione nel sindaco Macaluso e in tutta la cittadinanza.

“Per evitare il diffondersi del virus – ha detto il sindaco Pietro Macaluso – in accordo con il Commissario Straordinario Renato Costa, abbiamo ritenuto indispensabile adottare questa decisione. Purtroppo, negli ultimi giorni c’è stata una impennata di contagi nel territorio e nelle scuole che sta coinvolgendo tante famiglie. L’invito che faccio a tutti è quello di stare attenti, rispettare le norme e le buone prassi mettendo in atto tutte le possibili accortezze. Mi auguro che la situazione rientri al più presto per evitare che il borgo più bello possa diventare zona rossa”. L’attività scolastica continuerà con la didattica a distanza fino a nuove disposizioni.

Anche il sindaco di Roccamena, Pippo Palmeri, ha chiuso le scuole a causa di focolaio da Covid19. Sono 23 i contagiati, 15 alunni e 8 tra insegnanti e genitori degli scolari. Il virus ha contagiato dodici studenti della primaria Luigi Pirandello, e tre della secondaria di primo grado Enrico Fermi. Le condizioni di tutti non risultano gravi. Le scuole a Roccamena, paese con circa 1.500 abitanti, rimarranno chiuse fino al 13 dicembre in attesa dello screening di massa che sarà eseguito dalla struttura commissariale per l’emergenza Covid. Scopo dell’ordinanza è di evitare al massimo lo spostamento della popolazione scolastica e del personale in servizio presso gli Istituti scolastici. “È in corso la sanificazione delle scuole – spiega il sindaco -. Sino a pochi giorni fa non era stato registrato alcun caso di positività”. Lo screening inizierà sabato ed è rivolto a tutti i cittadini. Si terrà in via Filippo Turati presso lo spiazzale della guardia medica. “Alla luce del risultato dello screening valuterò se mantenere le scuole ancora chiuse o meno – dice -. La scuola è il luogo dove le persone si incontrano e il contagio può veicolare più facilmente”.

scroll to top
Hide picture