Acqua inquinata a Canicattì

Batteri in tre serbatoi che servono la città: scattano i divieti 

Acqua inquinata in entrata ed in uscita dai serbatoi comunali di accumulo che servono i cittadini di Canicattì. Lo si è appreso da un’ordinanza sindacale pubblicata all’albo pretorio informatico dopo che il gestore del servizio idrico il primo dicembre aveva informato il comune di Canicattì ed il servizio dell’Asp di Agrigento ed in seguito alla conferma da parte dell’apposito laboratorio di analisi dell’azienda sanitaria locale il successivo 6 dicembre. Nell’acqua in entrata ed in uscita dai tre serbatoi comunali che servono l’intera città la percentuale di batteri coliformi è più alta dei limiti consentiti. Il problema sarebbe originato dalle condotte di adduzione di Siciliacque. Nell’ordinanza sindacale si fa divieto d’uso per usi potabili, scopi alimentari e per uso umano.

scroll to top
Hide picture