Palermo 2°, Messina posticipa e perde

Vittoria esterna sull'Andria per 2-0 con Brunori e Almici. Casi di Covid nell'Acr, battuto 2-0 dal Catanzaro

Aggancio al secondo posto e vetta a -4. La seconda vittoria esterna del Palermo in campionato consente ai rosanero di affiancare il Monopoli a quota 23 e di guadagnare tre punti sulla capolista Bari, battuta sabato nell’anticipo contro la Juve Stabia.

La squadra di Filippi, schierata con il 3-5-2, ha la meglio sulla Fidelis Andria, ultima in classifica, con un gol per tempo. A sbloccare il risultato, al 26′, è Brunori, bravo a farsi luce in area sugli sviluppi di un piazzato e a incrociare il sinistro spedendo la sfera sotto la traversa. I padroni di casa, pericolosi in avvio con un destro alto da ottima posizione Di Piazza, non pungono e incassano il raddoppio palermitano poco oltre l’ora di gioco con Almici, lesto a finalizzare una ripartenza sfruttando un assist di Valente.

Giornata difficile in casa Acr Messina a causa di alcuni casi di positività al Covid emersi in mattinata nel gruppo peloritano. Il match esterno contro il Catanzaro, in programma alle 17.30, è stato posticipato alle 20 per consentire lo svolgimento dei nuovi test ai quali è stato sottoposto l’intero gruppo squadra. Al Ceravolo, la formazione di Capuano, priva di Damian e con Adorante in panchina per l’intera gara, ha ceduto per 2-0 ai padroni di casa. A segno Carlini (27′) con un tocco sotto misura dopo una combinazione sulla sinistra tra Vandeputte e Bombagi e lo stesso Vandeputte (9′ st) con pregevole destro sotto la traversa.

FIDELIS ANDRIA-PALERMO 0-2
Fidelis Andria (3-5-2): Dini 5.5; De Marino 5, Venturini 5.5, Sabatino 5.5; Zampano 6 (34′ st Bubas sv), Casoli 6, Bolognese 5.5, Di Noia 5.5 (14′ st Alberti 5.5), Carullo 5.5 (34′ st Nunzella sv); Di Piazza 5, Tulli 5 (25′ st Bonavolontà 5.5). In panchina: Vandelli, Paparesta, Dipinto, Lacassia, Gaeta, Pelliccia. Allenatore: Ginestra 5
Palermo (3-5-2): Pelagotti 6; Buttaro 6.5, Marconi 7, Perrotta 6; Almici 7 (29′ st Lancini sv), Odjer 6, De Rose 6, Dall’Oglio 6.5 (35′ st Luperini sv), Valente 6.5 (35′ st Crivello sv); Brunori 7, Fella 6 (30′ st Soleri sv). In panchina: Massolo, Giron, Marong, Floriano, Silipo, Corona, Mauthe, Peretti. Allenatore: Filippi 6.5
Arbitro: Caldera di Como 6
Reti: 27′ pt Brunori, 18′ st Almici.
Note: spettatori 1516 (abbonati 1140) per un incasso di 7280 euro. Ammoniti: De Marino, De Rose, Almici, Pelagotti, Ginestra, Lancini, Bonavolontà. Angoli: 5-3. Recupero: 0 e 4′.

CATANZARO-ACR MESSINA 2-0
Catanzaro (3-4-1-2): Branduani 6; De Santis 6, Fazio 6, Scognamillo 6 (39′ st Gatti sv); Tentardini 6.5, Welbeck 6.5 (39′ st Cinelli sv), Verna 6, Vandeputte 7; Carlini 6.5 (24′ st Vazquez 6) Cianci (24′ st Curiale 6), Bombagi 6.5 (42′ st Risolo sv). In panchina: Nocchi, Romagnoli, Bayeye, Monterisi, Ortisi, Bearzotti. Allenatore: Calabro 6.5
Messina (3-5-2): Lewandowski 6; Celic 5 (45′ st Fantoni sv), Carillo 5, Lisboa Da Silva 6 (35′ st Rondinelli); Morelli 5.5 (1′ st Di Stefano 6), Simonetti 6, Fofana 5.5 (35′ st Marginean sv), Russo 6.5, Goncalves 5.5; Konate 6 (33′ pt Busatto 5.5), Catania 6.5. In panchina: Fusco, Rondinella, Adorante. Allenatore: Capuano 5.5
Arbitro: Acanfora di Castellammare di Stabia 6.
Reti: 27′ pt Carlini, 9′ st Vandeputte.
Note: spettatori 3133. Ammoniti Celic, Cianci, Mikulic, Scognamillo, Simonetti, Russo. Angoli: 5-1. Recupero: 2′; 5′.

scroll to top
Hide picture