16.8 C
Catania
21 Ott 2021

Catania: vaccinazioni al Comune fino al 1° ottobre

SiciliaCatania: vaccinazioni al Comune fino al 1° ottobre

Le quattrocento dosi di vaccino somministrate in pochi giorni nel municipio, hanno convinto il sindaco Salvo Pogliese e il commissario Covid Pino Liberti, a prorogare fino al prossimo 1 ottobre, il polo vaccinale allestito a palazzo degli elefanti per invogliare i cittadini ad assumere il siero anti virale, anche in pieno centro cittadino. Anche per le due prossime settimane, da lunedì 20 a venerdì 1 ottobre, dalle ore 8 alle 14 il municipio di Catania rimarrà dunque hub vaccinale, grazie all’eccellente risultato scaturito dall’idea di potersi immunizzare negli uffici al piano terra dell’Urp, in piazza Duomo. “Confermiamo, d’intesa coi responsabili Asp e in particolare il commissario Liberti -ha detto il sindaco- l’opportunità di ospitare i cittadini per le inoculazioni nella sede istituzionale, decisione che è stata molto apprezzata dai cittadini.

D’altronde, i dati delle vaccinazioni a Catania cominciano a essere confortanti con quasi il 78 % di prime dosi nel capoluogo, tra i primi in Sicilia e possiamo rivendicare di stare dando anche il nostro piccolo contributo a un’operazione di vaccinazione di massa che non ha precedenti. Siamo orgogliosi di questa intuizione, subito condivisa dal commissario Liberti, che abbiamo avuto insieme con l’assessore alla salute Pippo Arcidiacono. Istituire nella sede istituzionale il centro vaccinale presumibilmente rassicura anche gli indecisi. Tanto che sono oltre una quarantina al giorno, numero statisticamente significativo, quelli che si sottopongono all’ immunizzazione in questa speciale sede di prossimità di palazzo degli elefanti. Il Comune d’altro canto – ha concluso Pogliese- è la casa di tutti e lancio un nuovo appello alla vaccinazione a tutti quei cittadini che ancora non lo hanno fatto, dipendenti del Comune e delle aziende partecipate ovviamente a maggior ragione”.

L’hub vaccinale di palazzo degli elefanti da lunedì funzionerà dalle ore 8,00 alle 14,00, da lunedì a sabato, dove è possibile recarsi senza alcuna prenotazione per avere somministrato il vaccino Pfizer dai medici assistiti dagli esperti informatici.

“Con un target di 262.651 persone da vaccinare e 203.467 vaccinati, pari al 77,47% di somministrazioni con prima doe -ha detto il commissario Covid Pino Liberti- Catania si attesta come uno dei Comuni dell’Area metropolitana con la percentuale più alta. Dati in linea con altri comuni “virtuosi” come Maletto e Mineo che registrano rispettivamente l’80% e il 78% di prime dosi. Iniziative legate ai vaccini di prossimità – volute dalla Presidenza della Regione Siciliana e dall’assessorato della Salute – stanno portando buoni risultati. Un successo si è rivelata la postazione presidiata da medici e informatici a Palazzo degli Elefanti e che ci spinge a continuare in questa direzione, in sinergia con l’amministrazione comunale. Pertanto abbiamo condiviso la richiesta del sindaco Pogliese di prorogare l’apertura fino al primo ottobre”.

Intanto stamattina il commissario emergenza Covid di Catania Pino Liberti in visita nell’Istituto superiore ‘Concetto Marchesi’ di Mascalucia (Catania) ha incontrato la dirigente Lucia Maria Sciuto, la referente Covid prof.ssa Maria Palazzolo, gli studenti e gli operatori scolastici che hanno aderito alle vaccinazioni nel centro temporaneo allestito all’interno della struttura. All’incontro ha preso parte il sindaco di Mascalucia Vincenzo Magra.

“Mi auguro che questo istituto scolastico faccia da apripista agli altri e i vaccini entrino nelle scuole come gesto ed esempio di civiltà e responsabilità – Una corretta informazione e la prevenzione – ha detto illustrando la situazione reale e i dati della pandemia – sono due direttrici fondamentali. Solo la fiducia nella scienza potrà restituirci la libertà. Oggi in tanti avete scelto di immunizzarvi. Questo è un segnale incoraggiante. Voi siete il motore della società. Da voi per primi passa la possibilità di ritornare alla normalità portandoci dietro un insegnamento: la salute di tutti dipende dalla salute dei singoli”.

Correlati