25.8 C
Catania
17 Set 2021

Tokyo chiama Sicilia: via ai Giochi

SportTokyo chiama Sicilia: via ai Giochi

Sono 18 gli atleti siciliani che prenderanno parte alle Olimpiadi di Tokyo, in procinto di essere inaugurate ufficialmente con la cerimonia di apertura in programma venerdì sera.
La prima a gareggiare, nella notte italiana tra il 23 e il 24 luglio, sarà la catanese Rossella Fiamingo (foto Bizzi), già argento a Rio 2016, impegnata nella prova individuale di spada femminile. Quella della spadista cresciuta a Sant’Agata Li Battiati e di base alla Methodos non sarà l’unica presenza isolana nella scherma.
Dopo di lei andranno in pedana i fratelli acesi Daniele ed Enrico Garozzo (fioretto e spada), l’altro acese Marco Fichera (spada) e il modicano Giorgio Avola (fioretto), tutti con concrete speranze di medaglia. La rappresentanza siciliana include la catanese Alberta Santuccio (spada, riserva a squadre) e, tra i tecnici, il presidente del Cus Catania Luigi Mazzone, in Giappone nelle vesti di mental coach.
Due big nel ciclismo: il messinese Vincenzo Nibali e il ragusano Damiano Caruso.
Ambizioni forti anche per l’unica atleta impegnata in uno sport a squadre: la palermitana Miriam Sylla, colonna della nazionale femminile di pallavolo.
Tra i tecnici, occhio ad Alessandro Campagna, palermitano di nascita ma siracusano d’adozione, e al suo Settebello, campione del mondo in carica nella pallanuoto.
Nell’atletica leggera, che nei quadri tecnici vede presente il catanese Filippo Di Mulo, sono 5 gli elementi in gara: i fratelli di origine tunisina Ala e Osama Zoghlami (3000 siepi); il calatino Filippo Randazzo (salto in lungo); gli staffettisti Alice Mangione, nata a Niscemi, e Giuseppe Leonardi, catanese, entrambi impegnati nella 4 per 400 e 4 per 400 mista.
Puntano in alto anche il canoista di Siracusa Samuele Burgo (K1 1000 e K2 1000), il pesista di Castelvetrano Nino Pizzolato (categoria -81kg) e il karateka avolese Luigi Busà (kumité -75 kg).
Completa il quadro l’ericino Alessandro Mazzara, impegnato nello skateboard, disciplina al debutto olimpico.
 

Articolo precedenteRussini è rossazzurro
Articolo successivoIl Catania riscopre l’Argentina

Campionato

Correlati