Pericolo “giallo”: la Sicilia seconda per ricoveri, con i vecchi parametri non sarebbe più bianca

Covid. La percentuale del 5,2% però è ancora lontana dalla soglia del 15 che comporta il passaggio di zona

Le ospedalizzazioni per Covid sia in area medica sia in terapia intensiva (nuovo indicatore) a livello nazionale sono rispettivamente al 2,1% e 2%. Lontano dalle soglie di zona gialla del 15 e 10 per cento. Ma alcune regioni sono già oltre il 5% per l’occupazione in area medica: Calabria 5,7% e Sicilia 5,2%. Seguono la Campania con 4,8% e la Basilicata 4,7%.
Per le intensive la Toscana è a 3,4%, la Sicilia 3,3% e il Lazio a 3%. Per incidenza dei casi, in testa la Sardegna con 82,8 su 100 mila abitanti. Altre 3 sopra la soglia di 50: Veneto (68,9); Lazio (68,8); Sicilia (64,9).
Se ci fossero i vecchi parametri, queste quattro regioni dalla prossima settimana finirebbero in zona gialla, avendo superato nel periodo tra il 16 e il 22 luglio la soglia dei 50 casi per 100 mila abitanti.
“Nelle prossime settimane le Regioni italiane potrebbero rimanere in zona bianca”, dice il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. “Fino a ieri l’elemento principale che determinava il cambio di colore era legato ai contagiati – aggiunge parlando dei nuovi parametri di valutazione -. E’ ovvio che di fronte a una platea di cittadini vaccinati, e con le evidenze scientifiche che ci dicono che i vaccinati, qualora dovessero contrarre il Covid con la variante delta, non finiscono in terapia intensiva, l’elemento determinante da qui in avanti deve essere il livello di occupazione dei nostri ospedali. Ciò crea condizioni di serenità e ci permette di dire che nelle prossime settimane le nostre regioni rimarranno in zona bianca. È un provvedimento di buon senso che fotografa il quadro reale. Siamo di fronte a una pandemia dinamica che cambia gli scenari molto rapidamente”.
Per quanto riguarda il valore dell’indice di trasmissibilità del contagio Rt, schizza quello in Sardegna, raggiungendo il valore di 2.24 (rispetto a 1.12 della scorsa settimana). Le altre regioni con il valore di Rt più alto questa settimana sono il Veneto (1.67), le Marche (1.46) e la Liguria (1.45).
Le regioni che hanno invece i valori di Rt più bassi sono il Molise, dove questa settimana è pari a zero, e la Basilicata (0.81).

scroll to top
Hide picture