Dai domiciliari aiutava gli spacciatori di Librino

Catania: la vedetta riesce a far scappare i pusher ma viene arrestata

CATANIA – I carabinieri hanno arrestato il 23enne catanese Alessandro Rossello per evasione. Doveva essere ai domiciliari, invece faceva la vedetta nella cosiddetta fossa dei leoni, ossia uno spiazzo nel quartiere di Librino davanti ai palazzi del viale Grimaldi 10. Una zona che per la sua conformazione e per la copertura offerta dalle numerose vedette posizionate sui balconi si presta efficacemente allo spaccio di droga.
I “Lupi” nel tardo pomeriggio di ieri, pur ostacolati da tali difficoltà, hanno notato i pusher impegnati nella vendita ai clienti. Rossello si è accorto della loro presenza dando immediatamente l’allarme e consentendo loro la fuga, scappando poi per le scale, ma è stato bloccato dai militari.
Il ragazzo era stato arrestato il 13 giugno del 2019 proprio mentre in quella piazza di spaccio smerciava marijuana e coca.

scroll to top
Hide picture